Mettere il cellulare in un 'bunker'. La soluzione Nissan per non distrarsi alla guida

La casa giapponese presenta una soluzione che funziona. A patto di volerla usare

Mettere il cellulare in un 'bunker'. La soluzione Nissan per non distrarsi alla guida

Una ‘gabbia’ in auto per isolare il telefonino in modo che non possa ricevere: è la novità della Nissan per mettere un freno all’uso scorretto dei cellulari quando si è alla guida. Arriva una telefonata, o si sente lo trillo di un sms o di una chat, ed ecco che l’attenzione del guidatore viene distolta dalla strada, con grave rischio per la sua incolumità e quella degli altri. La distrazione al volante è infatti tra le prime cause di incidente, responsabile secondo l’Istat del 21,4% degli episodi, mentre per l’Aci addirittura per 3 incidenti su 4.

Per ovviare, la casa automobilistica giapponese per prima ha deciso di eliminare il problema alla radice e nella serie Juke, un Suv compatto, ha cominciato a installare il prototipo del Nissan Signal Shield, cioè un vano speciale nel bracciolo nel quale inserire il proprio cellulare in modo da isolarlo quando si è guida. Il principio alla base è quello della Gabbia di Faraday (inventata negli anni ’30 dell’800: un contenitore in materiale conduttore in grado di isolare l’interno dai campi elettromagnetici). 

"L'uso del cellulare al volante è una preoccupazione crescente nell'industria dell'automotive, e nell'opinione pubblica, soprattutto visto l'alto numero di comunicazioni, testi e sollecitazioni da app e social media dai dispositivi", ha sottolineato Alex Smith, direttore generale di Nissan Motor. 

Unica pecca, il ricorso allo ‘scudo’ è volontario: sta al guidatore decidere se usufruirne o meno. La cattiva educazione su strada resta quindi responsabilità del singolo.