Hasselblad X1D, una entry level da 7.900 euro - FOTO

Hasselblad X1D, una entry level da 7.900 euro - FOTO
Il corpo macchina della Hasselblad X1D pesa solo 725 grammi e costa 7.900 euro 

In casa Hasselblad piace considerarla una ‘entry level’ e in effetti, anche se il prezzo non è esattamente quello di una fotocamera amatoriale, è decisamente contenuto rispetto alle altre macchine di medio formato destinate a chi insegue una fotografia senza compromessi sulla qualità. In realtà con la nuova X1D, mirrorless da 50MP, Hasselblad punta a cambiare le regole del gioco. E il mondo della fotografia è radicalmente mutato dal quel 1941 quando, insoddisfatto dalla scarsa portabilità delle apparecchiature professionali, Viktor Hasselblad decise di portare fin nel palmo di una mano una qualità che avrebbe fatto delle sue macchine le compagne inseparabili per fotografi di moda e delle grandi firme di riviste come il National Geographic.

GUARDA LE FOTO

Fedele alla tradizione dell’inconfondibile design del marchio, la fotocamera è ergonomica e compatta, e anche se non offre la maneggevolezza delle forme arrotondate delle giapponesi destinate alla fascia ‘consumer’. Prodotta a mano in Svezia, la X1D è pensata per quelli che oggi vengono definiti ‘prosumer’, consumatori di tecnologia di alta qualità che non sono necessariamente legati al mondo professionale

Con la X1D, Hasselblad è la prima a introdurre la tecnologia mirrorless nel medio formato e ora il sensore CMOS da 50MP cattura anche i più piccoli dettagli con colori naturali.

“La X1D segna un punto di svolta nei 75 anni di storia della Hasselblad” dice il ceo dell’azienda svedese, Perry Oosting, “Grazie a questa fotocamera, la fotografia di medio formato diventa accessibile per una nuova generazione di utenti Hasselblad, spostando in avanti le sue possibilita verso nuovi traguardi.”

Se si considera che il costo di una medio formato si aggira intorno ai ventimila euro, con i suoi 7.900 euro (solo per il corpo-macchina, mentre gli obiettivi partono da 1.200 euro) la X1D è veramente una entry-level e Oosting si aspetta di trovarla come “seconda fotocamera” nel 'parco macchine' di quei professionisti che già usano le Hasselblad.  

A sostegno della qualità ottica e della portabilità, è stata sviluppata una famiglia completamente nuova di obiettivi dedicati con messa a fuoco automatica, ampia offerta di tempi di posa e una sincronizzazione flash a piena potenza fino a 1/2000 sec.

Con 725 grammi di peso, la possibilità di girare video in Full-HD, Wi-Fi e GPS integrato, il robusto esterno che resiste alla polvere e alle intemperie, la X1D può essere portata ovunque. (AGI)