Fumo: al via campagna Walce, primo tour oncologi

(AGI) - Roma, 20 mag. - Una sigaretta gigante nelle piazzeitaliane, un tunnel lungo 14 metri, un percorso di conoscenza esensibilizzazione a tappe: si parte dal totem posacenere iningresso, si passa al desk per l'esame spirometrico, si puo'parlare con lo pneumologo e con l'oncologo e ricevere opuscoliinformativi e gadget. E' cosi' che si svolgera' la nuovacampagna di Walce Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe),presentata oggi a Roma. In occasione della Giornata mondialesenza il tabacco, l'associazione europea lancia il primo tourdi oncologi e pneumologi contro i danni del fumo. L'obiettivo e'

(AGI) - Roma, 20 mag. - Una sigaretta gigante nelle piazzeitaliane, un tunnel lungo 14 metri, un percorso di conoscenza esensibilizzazione a tappe: si parte dal totem posacenere iningresso, si passa al desk per l'esame spirometrico, si puo'parlare con lo pneumologo e con l'oncologo e ricevere opuscoliinformativi e gadget. E' cosi' che si svolgera' la nuovacampagna di Walce Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe),presentata oggi a Roma. In occasione della Giornata mondialesenza il tabacco, l'associazione europea lancia il primo tourdi oncologi e pneumologi contro i danni del fumo. L'obiettivo e' quello di coinvolgere in modo fortegiovanissimi e giovani, adulti e anziani, tabagisti e non,medici, insegnanti e istituzioni con un progetto offertogratuitamente, contro i danni del fumo, primo fattore dirischio del cancro al polmone e della aumento delle malattierespiratorie e cardiovascolari. "Esci dal tunnel. Non bruciartiil futuro" e' il messaggio della campagna. L'iniziativaattraversera' l'Italia: si partira' da Torino il 31 maggio,quindi si sbarchera' a Bari, da qui a Milano, poi Bologna perconcludersi nelle piazze di Roma il 15 novembre (mese disensibilizzazione del tumore polmonare). "Dobbiamo raggiungeredirettamente i cittadini a ha detto Silvia Novello, presidenteWalce Onlus e docente nel Dipartimento di Oncologia Polmonareall'Universita' di Torino a perche' i numeri sono drammatici.Nel nostro Paese si contano, infatti, 11,3 milioni di fumatoriattivi, il 22 per cento della popolazione. Per la prima voltadal 2009, si osserva poi un aumento della prevalenza di giovanidonne fumatrici: dal 15,3 per cento del 2013 al 18,9 per centodel 2014. Non solo, un italiano su 4 e' esposto ai pericoli delfumo passivo; l'80 per cento ignora che anche questo possaprovocare il cancro del polmone e che sia responsabile diriniti, bronchiti e asma, se gli esposti sono i bambini". (AGI)red/mld .