Fisica: dalla Bicocca una nuova Start up per nanotecnologie

(AGI) - Milano, 4 mar. - Una nuova start-up nel settore deipolimeri, dedicata allo sviluppo, alla produzione e allacommercializzazione di additivi nanotecnologici da impiegarenei settori della plastica e della gomma. Si chiama Graftonica,la nuova spin-off dell Universita' di Milano-Bicocca.Graftonicae' stata fondata da Alberto Bianchi, gia' assegnista di ricercanel Dipartimento di Scienza dei Materiali dell Universita' diMilano-Bicocca, ora trentatreenne amministratore unico dellastart-up, Roberto Simonutti e Michele Mauri, rispettivamenteprofessore associato di Chimica Industriale e assegnista diricerca di Scienza dei Materiali nello stesso dipartimento. L Universita' di Milano-Bicocca partecipa direttamente conil 5

(AGI) - Milano, 4 mar. - Una nuova start-up nel settore deipolimeri, dedicata allo sviluppo, alla produzione e allacommercializzazione di additivi nanotecnologici da impiegarenei settori della plastica e della gomma. Si chiama Graftonica,la nuova spin-off dell Universita' di Milano-Bicocca.Graftonicae' stata fondata da Alberto Bianchi, gia' assegnista di ricercanel Dipartimento di Scienza dei Materiali dell Universita' diMilano-Bicocca, ora trentatreenne amministratore unico dellastart-up, Roberto Simonutti e Michele Mauri, rispettivamenteprofessore associato di Chimica Industriale e assegnista diricerca di Scienza dei Materiali nello stesso dipartimento. L Universita' di Milano-Bicocca partecipa direttamente conil 5 per cento delle quote e come incubatore, dando l accesso astrutture, locali e attrezzature. Graftonica attualmente stalavorando su un materiale per il restauro conservativo gia'brevettato, un vestito anti UV per dipinti in cui lenanoparticelle non modificano colore e luminosita' dell operasottostante ma fermano i raggi dannosi, una delle principalicause di deterioramento del manto pittorico. Inoltre, stasviluppando particelle per la sicurezza alimentare, in grado dimigliorare la tenuta degli imballaggi, riducendo di conseguenzagli sprechi, l uso del ciclo del freddo e l utilizzo diconservanti negli alimenti. E ancora, nel campo dellilluminotecnica e del design, la start-up ha realizzatosoluzioni innovative con la dispersione di nanoparticelle neipolimeri come lastre o blocchi trasparenti con all interno unmateriale che assorbe raggi di luce fredda come quelli di unled e li trasforma in un illuminazione calda e diffusa, oppurepellicole che ottimizzano l assorbimento e l efficienza dicelle fotovoltaiche. ''Molte aziende del settore gomma eplastica - dice Alberto Bianchi - stanno cercando non solo dimantenere le posizioni nei settori tradizionali affrontando unaconcorrenza globale, ma anche di aprirsi a nuovi mercati, in uncontesto economico dove e' l innovazione a permettere il saltodi qualita'. Il modello industriale di Graftonica punta sustandard qualitativi elevati e soprattutto leadership a livellodi innovazione: coniugando le proprieta' funzionali dellenanoparticelle a quelle strutturali della plastica, creiamo unnuovo materiale fatto su misura e sviluppiamo un prodottoadatto alle esigenze di ogni singolo cliente, rispondendo inquesto modo soprattutto alle esigenze di piccole o medieimprese''. Graftonica si occupera' anche di realizzare il primoscale up dei processi, di costruire prototipi derivanti dallericerche sui materiali, dell assistenza tecnico-scientifica sumetodologie e strumentazione avanzate e della loro applicazioneanche in contesti di produzione e controllo qualita'. (AGI).