Fao: incontro Lorenzin-da Silva, "difendere Dieta Mediterranea"

(AGI) - Roma, 30 ott. - Difesa della Dieta Mediterranea, lottaalla malnutrizione, promozione della corretta alimentazione:questi alcuni dei temi al centro dell'incontro tra il Ministrodella Salute, Beatrice Lorenzin, e il Direttore generale dellaFao Jose' Graziano da Silva per un confronto sui problemi dellaalimentazione, sulla scia dei temi affrontati durante laseconda Conferenza internazionale sulla nutrizione dello scorsonovembre e durante l'Expo di Milano. "La corretta alimentazionee' la colonna portante della prevenzione: una dieta sana edequilibrata garantisce una vita lunga e in salute, limitando eritardando l'insorgere di malattie e contribuendo ad assicurarela

(AGI) - Roma, 30 ott. - Difesa della Dieta Mediterranea, lottaalla malnutrizione, promozione della corretta alimentazione:questi alcuni dei temi al centro dell'incontro tra il Ministrodella Salute, Beatrice Lorenzin, e il Direttore generale dellaFao Jose' Graziano da Silva per un confronto sui problemi dellaalimentazione, sulla scia dei temi affrontati durante laseconda Conferenza internazionale sulla nutrizione dello scorsonovembre e durante l'Expo di Milano. "La corretta alimentazionee' la colonna portante della prevenzione: una dieta sana edequilibrata garantisce una vita lunga e in salute, limitando eritardando l'insorgere di malattie e contribuendo ad assicurarela sostenibilita' dei sistemi sanitari", ha ricordato Lorenzin.L'intesa tra il Ministero della Salute e la Fao e' diproseguire in una stretta collaborazione per affrontareassieme, attraverso interventi sui sistemi alimentari, i temicorrelati alla nutrizione che impattano sulla salute dellepopolazioni.In particolare si e' discusso della malnutrizione, per difettoe per eccesso, con le gravi conseguenze per la salute(dall'obesita' alle malattie croniche non trasmissibili); deicambiamenti climatici e del loro effetto sulla diffusione dellemalattie; della necessita' di assicurare il benessere animale econtrastare le malattie veterinarie (quali l'Afta epizootica),foriere di gravi rischi per la salute e per le economie deipaesi interessati. E' stata ribadita da ambo le partil'importanza di favorire l'allattamento al seno, primo passoper difendere la salute dei bambini, prestando la massimaattenzione alle esigenze e ai bisogni della donna che allatta;e' stato deciso di salvaguardare e promuovere la culturaalimentare basata sulle tradizioni locali, sostenendo i modellidietetici che si ispirano alla dieta mediterranea econtrastando al tempo stesso i regimi alimentari sbilanciati,ad esempio quelli basati sul "quick food", fritti e ricchi digrassi e di sale. La Fao intende promuovere anche un consumoadeguato di pesce, utile per rispondere alle esigenzenutrizionali, qualitative e quantitative. Beatrice Lorenzin eJose' Graziano da Silva hanno convenuto sulla necessita' di"non disperdere l'eredita' di Expo" e di proporre azioni chetengano conto dell'inscindibile legame tra ambiente, cibo esalute. Si e' deciso pertanto di avviare tavoli tecnici peraffrontare in modo pragmatico le seguenti priorita': la saluteanimale, con particolare attenzione al problemadell'antibiotico resistenza (Amr), con un approccio "onehealth" ; la difesa delle diete tradizionali e in particolarela promozione di quella mediterranea, tenendo conto della suavalenza come strumento di benessere e di prevenzione;l'importanza della corretta comunicazione per una pienaconsapevolezza del cibo come nutrimento ma anche come valoreculturale e sociale. .