Energia: Kuwait Energy estrae 6.500 b/g da nuovo pozzo Iraq

Energia: Kuwait Energy estrae 6.500 b/g da nuovo pozzo Iraq
raffineria petrolio (Afp) 

Baghdad - La compagnia petrolifera Kuwait Energy ha annunciato di aver avviato la produzione petrolifera presso il pozzo Fayhaa 2, situato nel Blocco 9 della provincia meridionale irachena di Bassora. Secondo quanto annunciato dalla stessa azienda, la perforazione del pozzo e' iniziata lo scorso dicembre e la produzione media giornaliera e' pari a 6.500 barili di petrolio. La concessione e' gestita da Kuwait Energy (60 per cento), l'emiratina Dragon Oil Holding Limited (30 per cento) e l'egiziana Egyptian petroleum corporation (10 per cento). La prima esplorazione nel Blocco 9 risale al marzo 2014 e ha portato a significative scoperte nel settembre e nel dicembre dello scorso anno; la produzione e' iniziata nell'ottobre 2015, a un anno dalla prima scoperta. Nel 2015 l'Iraq ha contribuito in modo consistente all'aumento di produzione dei membri dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) passando in meno di un anno da circa 3,2 milioni di barili a oltre 4,2 milioni nel mese di luglio 2015, continuando a crescere fino al record di 4,775 milioni di gennaio 2016. A luglio la produzione Opec e' cresciuta a 33,41 milioni di barili al giorno rispetto al dato di giugno pari a 33,31 milioni di barili. Nel secondo trimestre del 2016 l'Iraq ha sorpassato l'Arabia Saudita per la prima volta diventando il maggior fornitore di petrolio dell'India che sta sempre piu' contribuendo alla domanda globale di greggio, fino ad oggi sostenuta dalla Cina e dalle economie occidentali. Secondo dati ufficiali, il petrolio iracheno ha rappresentato circa un quinto delle importazioni indiane nel secondo trimestre, rispetto al 16 per cento di un anno fa. (AGI)