Editoria: testate troppo lente su mobile, Google lancia Amp

(AGI) - Roma - I siti di informazione segnano il passoin quanto a prestazioni sui device mobili e questo pesa in modo 

(AGI) - Roma, 7 ott. - I siti di informazione segnano il passoin quanto a prestazioni sui device mobili e questo pesa in modosignificativo sulle possibilita' di guadagno attraverso lerevenue pubblicitarie. Ogni volta che una pagina web richiede troppo tempo percaricarsi, gli editori perdono la possibilita' di generareentrate attraverso la pubblicita' o gli abbonamenti. E questoperche' gli investitori pubblicitari fanno molta fatica aportare l'attenzione degli utenti sui loro annunci quando lepagine si caricano cosi' lentamente che la maggior parte dellepersone le abbandona. In aprile Google aveva lanciato la Digital News Initiative(DNI) insieme a un gruppo di editori europei, con l'obiettivodi lavorare insieme per costruire un futuro piu' sostenibileper l'informazione digitale. Oggi, dopo discussioni con ipartner in Europa e con editori e societa' tecnologiche ditutto il mondo, Google ha annunciato una nuova iniziativa opensource chiamata Accelerated Mobile Pages, che mira a migliorarele prestazioni del mobile web. L'obiettivo e' portare web concontenuti ricchi, come video, animazioni e grafica, chefunzionino con annunci pubblicitari sofisticati e che sicarichino istantaneamente. Ma anche che lo stesso codicefunzioni su piu' piattaforme e piu' dispositivi, in modo che ilcontenuto possa apparire ovunque in un istante,indipendentemente dal tipo di telefono, tablet o dispositivomobile che viene usato dall'utente. Il progetto si basa su AMP HTML, un nuovo framework apertocostruito interamente sulla base di tecnologie web esistentiche permette ai siti web di costruire pagine web leggere. Con il tempo altri servizi di Google, come per esempioGoogle News, adotteranno il formato AMP HTML. Twitter,Pinterest, WordPress.com, Chartbeat, Parse.ly, Adobe Analyticse LinkedIn sono parte del primo gruppo di partner tecnologiciche prevede di integrare le pagine AMP HTML. Nei prossimi mesi Google sviluppera' piu' funzionalita',focalizzate su contenuto, distribuzione e pubblicita'. "La velocita' e' sempre stata il fulcro del motore diricerca di Google" ha detto Dave Besbris, "un ecosistema apertodara' agli editori la massima possibilita' di azione epermettera' ai lettori di raggiungere i contenuti migliori aprescindere dal device che stanno usando". (AGI).