Ebola: da 2005 capacita' biocontenimento dell'Aeronautica

(AGI) - Roma, 13 mag. - L'aumento dei viaggiatoriintercontinentali che possono essere esposti a malattiecontagiose endemiche in determinate aree geografiche,l'emergenza o il ripresentarsi di malattie infettive altamentetrasmissibili e l'impiego di contingenti militari in aree arischio sanitario, ha determinato l'esigenza di avere unsistema sicuro di evacuazione aeromedica che possa garantire lamassima sicurezza del paziente, dei membri dell'equipaggio edel personale sanitario. L'Aeronautica militare italiana hasviluppato dal 2005 tale capacita', come dimostrato ancor piu'per il trasferimento di pazienti affetti dal virus ebola.L'Aeronautica ha acquisito sistemi specifici di produzionebritannica. Medici ed infermieri

(AGI) - Roma, 13 mag. - L'aumento dei viaggiatoriintercontinentali che possono essere esposti a malattiecontagiose endemiche in determinate aree geografiche,l'emergenza o il ripresentarsi di malattie infettive altamentetrasmissibili e l'impiego di contingenti militari in aree arischio sanitario, ha determinato l'esigenza di avere unsistema sicuro di evacuazione aeromedica che possa garantire lamassima sicurezza del paziente, dei membri dell'equipaggio edel personale sanitario. L'Aeronautica militare italiana hasviluppato dal 2005 tale capacita', come dimostrato ancor piu'per il trasferimento di pazienti affetti dal virus ebola.L'Aeronautica ha acquisito sistemi specifici di produzionebritannica. Medici ed infermieri della forza armata sono statiinviati presso l'Istituto di Malattie Infettive dell'esercitoamericano per la specifica formazione, cui sono seguitenumerose esercitazioni e la certificazione dei velivolidestinati al trasporto. Ed oggi c'e' un team dibio-contenimento attivato presso l'aeroporto di Pratica diMare. E' una squadra composta da un Capo Team - il medicoresponsabile -, un medico anestesista, almeno sei operatoritecnici di sanita' ed una unita' logistica. Il personale diqueste unita', nella misura di circa 30 elementi, vieneperiodicamente addestrato e formato attraverso corsi edesercitazioni cui partecipano, vista la valenza e laspecificita' di tali attivita', anche operatori del ministerodella Salute. Gli ospedali di riferimento sul territorionazionale ad alta competenza specialistica sono l'Istituto diRicerca e Cura per le Malattie Infettive 'Lazzaro Spallanzani'di Roma e l'Ospedale 'Luigi Sacco' di Milano. La scelta diricovero e destinazione del paziente e' di competenza delministero della Salute. Il trasporto in biocontenimento prevede l'isolamento delpaziente infettivo in specifici "isolatori" a pressionenegativa ed il trasporto su velivoli appositamente allestiti.Gli isolatori in senso lato sono costituiti da un telaio(rigido o semi rigido), da un involucro in PVC che permettel'osservazione e trattamento del paziente in isolamento, da unmotore alimentato a batterie che consente di mantenereall'interno una pressione negativa e da filtri ad altaefficienza che impediscono in entrata ed uscita il passaggio dimicroparticelle potenzialmente infette. Gli isolatori per iltrasporto aeromedico in biocontenimento, detti ATI ed N36, sonocertificati per i velivoli militari C-30J, C-27J e KC-767 ed e'in corso l'iter di certificazione per l'AIRBUS A-319 CJ. Gliisolatori N36 sono certificati per gli elicotteri militariAB-212 e AW-139. Al momento e' tecnicamente possibileeffettuare il trasporto a lungo raggio di due pazienti sullostesso velivolo con i sistemi ATI, ma si tratta di unaeventualita' remota, per la complessita' del sistema e ladisponibilita' di personale specializzato. Dal mese di novembree' attivato presso l'aeroporto di Pratica di Mare un campo diisolamento temporaneo per la gestione di militari provenientida aree a rischio ebola. Il campo definito "Castrum" e'costituito da tenda in alto isolamento, alloggi per i contattiin sorveglianza sanitaria sino a 200 persone ed una stazione didecontaminazione per uomini e materiali. Nei primi mesi del2015 si e' tenuto il primo corso per la gestione ed iltrasporto dei pazienti altamente infettivi a favore della RoyalNetherlands Air Force, che ha manifestato l'intenzione diacquisire le competenze e le capacita' necessarie per trasportoin alto biocontenimento. (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it