Daniza: Oipa, hanno vinto l'arroganza e l'antroponcetrismo

(AGI) - Roma, 11 set. - "Alla fine hanno vinto l'arroganza el'antropocentrismo: Daniza e' stata uccisa, stroncata dalsedativo che le e' stato sparato per catturarla. Siamo sgomentidi fronte a un epilogo che abbiamo sperato fino all'ultimo dipoter evitare, lottando in ogni modo e difendendo il suodiritto a vivere libera con manifestazioni e battaglie legali".Lo dice l'Oipa Italia Onlus, organizzazione internazionaleprotezione animali, una Ong affiliata al Dipartimento dellaPubblica Informazione dell'Onu e come associazione riconosciutadal ministero dell'Ambiente italiano. L'Oipa aggiunge che erain procinto di presentare "un argomentato ricorso al Tar control'immotivata

(AGI) - Roma, 11 set. - "Alla fine hanno vinto l'arroganza el'antropocentrismo: Daniza e' stata uccisa, stroncata dalsedativo che le e' stato sparato per catturarla. Siamo sgomentidi fronte a un epilogo che abbiamo sperato fino all'ultimo dipoter evitare, lottando in ogni modo e difendendo il suodiritto a vivere libera con manifestazioni e battaglie legali".Lo dice l'Oipa Italia Onlus, organizzazione internazionaleprotezione animali, una Ong affiliata al Dipartimento dellaPubblica Informazione dell'Onu e come associazione riconosciutadal ministero dell'Ambiente italiano. L'Oipa aggiunge che erain procinto di presentare "un argomentato ricorso al Tar control'immotivata ordinanza di cattura e successiva detenzionedell'orsa in un'area recintata emessa dalla Provincia diTrento. In un secondo momento era tra l'altro stata aggiuntauna postilla all'ordinanza per sottolineare che, qualora Danizaavesse reagito alla cattura in modo tale da pregiudicare lasicurezza degli operatori, sarebbe stata consentital'uccisione". "Una vera e propria condanna a morte per unanimale che e' stato inserito nel Parco Adamello Brenta propriodall'uomo, grazie al Progetto europeo Life Ursus partito nel2000 e poi proseguito con Life Arctos - sottolinea MassimoComparotto, presidente dell'Oipa Italia Onlus - Riteniamo chetutta la vicenda, a partire dalla presunta aggressione diDaniza ai danni del cercatore di funghi, sia poco chiara e cheDaniza sia stata un capro espiatorio. Resta infatti da chiarirecome mai uno Stato che ha avallato un progetto per ilripopolamento degli orsi sia continuamente coinvoltonell'uccisione degli stessi per episodici problemi diincolumita' pubblica. La vicenda di Daniza ha, tra l'altro,curiosamente coinciso con il momento in cui l'Italia avrebbedovuto versare il contributo economico per il finanziamento diLife Arctos". Adesso l'Oipa presentera' alla Provincia diTrento una richiesta di accesso agli atti per capire quale siaresponsabilita' penali di chi l'ha materialmente uccisa esporgere denuncia per uccisione. E' inoltre in corso divalutazione una denuncia presso la Commissione Europea perl'evidente violazione delle normative comunitarie. (AGI).