Archeologia: tra i vigneti Casale del Giglio spunta 'Via Sacra'

(AGI) - Roma, 5 giu. - Dieci anni di ricerche e scavi(2003-2013) nei terreni dell'Azienda Casale del Giglio hannoportato alla luce la "Via Sacra" (risalente alla fine del VIsec. a.C.) accesso dell'antica citta' di Satricum verso ilmare, dove sull'Acropoli si trovava il Tempio dedicato alla deadell'Aurora Mater Matuta. L'Azienda ha sostenuto in tuttiquesti anni gli scavi del "Progetto archeologico di Satricum",iniziato da oltre trentacinque anni, in collaborazione con laSoprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, con i Comunidi Aprilia, Latina e Nettuno e con l'Universita' di Amsterdamsotto la direzione di

(AGI) - Roma, 5 giu. - Dieci anni di ricerche e scavi(2003-2013) nei terreni dell'Azienda Casale del Giglio hannoportato alla luce la "Via Sacra" (risalente alla fine del VIsec. a.C.) accesso dell'antica citta' di Satricum verso ilmare, dove sull'Acropoli si trovava il Tempio dedicato alla deadell'Aurora Mater Matuta. L'Azienda ha sostenuto in tuttiquesti anni gli scavi del "Progetto archeologico di Satricum",iniziato da oltre trentacinque anni, in collaborazione con laSoprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, con i Comunidi Aprilia, Latina e Nettuno e con l'Universita' di Amsterdamsotto la direzione di Marijke Gnadea. Oltre ai resti della Via Sacra sono stati rinvenuti grandiedifici adiacenti, tombe attribuibili alla storica popolazionedei Volsci e, addirittura, una tomba dal sorprendente riccocorredo appartenuta ad una bambina di origine latina databileal VII sec. a.C. Anche il ritrovamento di un calice in ceramicausato per il vino risalente al V secolo a.C., fa pensare ad unacultura enoica legata a queste terre fin dai tempi piu'antichi. Dal prossimo 11 giugno fino all'11 gennaio 2015, tuttii reperti piu' importanti saranno esposti nel museo (che nelfrattempo diventera' una location permanente), a seguito dellatotale ristrutturazione della Vecchia Fonderia di Le Ferriere.I visitatori della Mostra potranno ammirare un'ampia panoramicadei diversi aspetti dell'insediamento, dagli albori del IXsecolo a.C. all'eta' romana, coprendo un periodo di quasi unmillennio. In mostra circa 750 reperti, fra cui molti "inediti"provenienti dai recenti scavi della citta' e mai esposti primadi oggi. Altri oggetti provengono anche dal laghetto diMonsignore (localita' Campoverde) non lontano dall'anticaSatricum. Il Museo e' situato a pochi minuti dall'AziendaVitivinicola Casale del Giglio creata nel 1967 da DinoSantarelli che rimase affascinato dall'Agro Pontino. Proprioquest'anno la Famiglia Santarelli celebra i "Cento Anni nelVino": la "Ditta Berardino Santarelli e Figli" fu fondata inAmatrice il 5 marzo 1914. (AGI).