Ambiente: fondi Iraq, resta a Roma processo a ex ministro Clini

(AGI) - Roma, 22 set. - Resta a Roma il processo all'exministro dell'Ambiente Corrado Clini e all'imprenditore AugustoCalore Pretner accusati di concorso in corruzione per essersidivisi, con un giro di false fatture e di denaro transitatoall'estero, la somma complessiva di 3,4 milioni di euro chefacevano parte di un finanziamento di 54 milioni, erogato daldicastero, a favore del progetto New Eden gestito dallesocieta' 'Ong Iraq Foundation', prima, e 'Nature Iraq', poi,per la riqualificazione del territorio iracheno. Lo hannostabilito i giudici della seconda sezione penale del tribunalecapitolino respingendo un'istanza della difesa che

(AGI) - Roma, 22 set. - Resta a Roma il processo all'exministro dell'Ambiente Corrado Clini e all'imprenditore AugustoCalore Pretner accusati di concorso in corruzione per essersidivisi, con un giro di false fatture e di denaro transitatoall'estero, la somma complessiva di 3,4 milioni di euro chefacevano parte di un finanziamento di 54 milioni, erogato daldicastero, a favore del progetto New Eden gestito dallesocieta' 'Ong Iraq Foundation', prima, e 'Nature Iraq', poi,per la riqualificazione del territorio iracheno. Lo hannostabilito i giudici della seconda sezione penale del tribunalecapitolino respingendo un'istanza della difesa che avevasollevato una questione di incostituzionalita' ed eccepito lanullita' del decreto di giudizio immediato. Esito negativo haavuto anche l'istanza con la quale la difesa di Clini chiedevache la competenza fosse del tribunale dei ministri: ilcollegio, presieduto da Adele Rando, ha ricordato che, standoal capo di imputazione, "parte dei finanziamenti pubblicierogati dal ministero dell'Ambiente a 'Nature Iraq' sarebberostati distratti dalla loro finalita' e appropriatiillegittimamente da Clini" quando era ancora direttore generaledel dicastero (costituito parte civile in questo processo, ndr)e prima di diventare ministro. Secondo quanto ricostruito dalpm Alberto Galanti, dopo che 'Nature Iraq' aveva ricevuto lesomme da parte dell'autorita' italiana in esecuzione delfinanziamento, "veniva creata una provvista di 3 milioni e170mila euro suddivisa nella misura di poco piu' di due milionia favore di Pretner e di un milione a Clini, somma confluitasul conto corrente denominato 'Pesce' alimentato con 8 bonificitra l'ottobre del 2010 e il giugno del 2011. (AGI).