Ambiente: Enea, scoperti coralli bianchi nel mar ligure

(AGI) - Roma, 18 lug. - Scoperte formazioni di coralli bianchiappartenenti alla specie Madrepora oculata a 560 metri diprofondita' nei fondali davanti Punta Mesco alle Cinque Terre(La Spezia). E' quanto emerso dalla campagna oceanograficacondotta dai ricercatori del Centro Ricerche Ambiente Marinodell'Enea di S. Teresa (La Spezia) e dalla Marina Militare.L'attivita' di ricerca e' stata condotta a bordo di nave"Leonardo", unita' polivalente di ricerca costiera della MarinaMilitare, con l'impiego del Remoted Operative Vehicle (ROV)"Pegaso" del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei eIncursori. Enea e Marina Militare collaborano al progetto di ricerca

(AGI) - Roma, 18 lug. - Scoperte formazioni di coralli bianchiappartenenti alla specie Madrepora oculata a 560 metri diprofondita' nei fondali davanti Punta Mesco alle Cinque Terre(La Spezia). E' quanto emerso dalla campagna oceanograficacondotta dai ricercatori del Centro Ricerche Ambiente Marinodell'Enea di S. Teresa (La Spezia) e dalla Marina Militare.L'attivita' di ricerca e' stata condotta a bordo di nave"Leonardo", unita' polivalente di ricerca costiera della MarinaMilitare, con l'impiego del Remoted Operative Vehicle (ROV)"Pegaso" del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei eIncursori. Enea e Marina Militare collaborano al progetto di ricerca deicoralli bianchi di profondita' da ottobre 2013. La ricercaprende avvio dalla preziosa collaborazione con l'IstitutoIdrografico della Marina Militare e l'eccellente contributo delsuo personale tecnico e scientifico. Durante questa fase leprospezioni geofisiche sono state svolte a bordo delle naviidrografiche "Magnaghi" e "Aretusa" e le indagini sono statedirette con ROV "Pluto Gigas", che ha permesso di identificarel'area dove sono stati rinvenuti i banchi di corallo bianco.Oltre ad aggiornare la distribuzione dei coralli bianchi neimari italiani, questo ritrovamento offre un punto di partenzaper ulteriori indagini nell'area, dove sono state segnalatealtre formazioni madreporiche, e pone le basi perl'identificazione di appropriate misure di salvaguardia diquesti ecosistemi di elevata biodiversita' ma moltovulnerabili. .