"Darò 10 milioni di dollari a chiunque mi darà prove per incastrare Trump"

16 ottobre 2017,07:40

Il più acerrimo nemico del presidente Usa Donald Trump non sono gli amletici vertici del partito Democratico ma l'ingombrante figura del re del porno Made in Usa, il fondatore della rivista Hustler, Larry Flint, già un personaggio negli Usa, finito sulla sedia a rotelle per colpa di un uomo che gli sparò mentre difendeva il diritto alla libertà di espressione anche attraverso le pubblicazioni a luci rosse. Flint ha offerto 10 milioni di dollari a chiunque gli fornirà qualsiasi elemento di prova sull'attuale presidente Donald Trump per riuscire a cacciarlo dalla Casa Bianca. Così Flint che ha acquistato un'intera pagina del mettere la 'taglia' sulle - presunte - malefatte di Trump.

Per Flynt si tratta in realtà di un rilancio: lo scorso anno in piena campagna elettorale, forse perché non credeva davvero che Trump alla fine avrebbe battuto la democratica Hillary Clinton, Flint aveva offerto solo 1 milione di dollari per ottenere lo stesso materiale. Ora che Trump è davvero alla Casa Bianca da quasi 9 mesi, ha deciso di aggiungerne altri 9 di milioni.

Sulla pagina del Post si legge a titoli cubitali:

"DIECI MILIONI DI DOLLARI PER QUALSIASI INFORMAZIONE CHE POSSA CONDURRE ALLA DESITUZIONE E ALLA CACCIATA DALLA CASA BIANCA DI DONALD J. TRUMP".

E sotto una lunga spiegazione delle argomentazioni per cui il presidente dovrebbe "togliere il disturbo" oltre ad una mail ed un numero di telefono attivi dal lunedì al venerdi dalle 8,30 alle 18 dove inviare ciò che Flint vuole per liberare gli Usa (e il mondo) da Trump.



16 ottobre 2017,07:40

Il più acerrimo nemico del presidente Usa Donald Trump non sono gli amletici vertici del partito Democratico ma l'ingombrante figura del re del porno Made in Usa, il fondatore della rivista Hustler, Larry Flint, già un personaggio negli Usa, finito sulla sedia a rotelle per colpa di un uomo che gli sparò mentre difendeva il diritto alla libertà di espressione anche attraverso le pubblicazioni a luci rosse. Flint ha offerto 10 milioni di dollari a chiunque gli fornirà qualsiasi elemento di prova sull'attuale presidente Donald Trump per riuscire a cacciarlo dalla Casa Bianca. Così Flint che ha acquistato un'intera pagina del mettere la 'taglia' sulle - presunte - malefatte di Trump.

Per Flynt si tratta in realtà di un rilancio: lo scorso anno in piena campagna elettorale, forse perché non credeva davvero che Trump alla fine avrebbe battuto la democratica Hillary Clinton, Flint aveva offerto solo 1 milione di dollari per ottenere lo stesso materiale. Ora che Trump è davvero alla Casa Bianca da quasi 9 mesi, ha deciso di aggiungerne altri 9 di milioni.

Sulla pagina del Post si legge a titoli cubitali:

"DIECI MILIONI DI DOLLARI PER QUALSIASI INFORMAZIONE CHE POSSA CONDURRE ALLA DESITUZIONE E ALLA CACCIATA DALLA CASA BIANCA DI DONALD J. TRUMP".

E sotto una lunga spiegazione delle argomentazioni per cui il presidente dovrebbe "togliere il disturbo" oltre ad una mail ed un numero di telefono attivi dal lunedì al venerdi dalle 8,30 alle 18 dove inviare ciò che Flint vuole per liberare gli Usa (e il mondo) da Trump.