s Ultime Notizie Online | Agenzia Giornalistica Italia | AGI

Manichini giallorossi 'impiccati' al Colosseo. Prime ipotesi

  • Manichini giallorossi 'impiccati' al Colosseo. Prime ipotesi

    05 maggio 2017, 11:17

    Non è chiaro se la responsabilità della macabra messa in scena sia di ultrà giallorossi o laziali

    Tre manichini impiccati con addosso le maglie di tre giocatori della Roma: Daniele De Rossi, Mohamed Salah e Radja Nainggolan. Questa è la scena che si è presentata nella notte ai passanti a via degli Annibaldi, a due passi dal Colosseo. I manichini erano stati fatti penzolare dal ponte pedonale sovrastante, sul quale è stato affisso uno striscione intimidatorio che recita: "Un consiglio senza offesa, dormite con la luce accesa" (foto di Retesport ).
  • Manichini giallorossi 'impiccati' al Colosseo. Prime ipotesi

    05 maggio 2017, 11:17

    Non è chiaro se la responsabilità della macabra messa in scena sia di ultrà giallorossi o laziali

    Il ponte di via degli Annibaldi, negli ultimi anni, era stato già utilizzato da alcune frange della tifoseria giallorossa per inviare messaggi al club. Non è però chiaro se la responsabilità sia di ultrà giallorossi delusi dall'esito del derby o, come più probabile, di tifosi laziali. (foto di Retesport ).
  • Manichini giallorossi 'impiccati' al Colosseo. Prime ipotesi

    05 maggio 2017, 11:17

    Non è chiaro se la responsabilità della macabra messa in scena sia di ultrà giallorossi o laziali

    Un video pubblicato su Facebook da Retesport mostra alcune decine di persone calare i manichini dal ponte e intonare il coro "Roma Roma vaffanculo". (foto di Retesport ).
  • Manichini giallorossi 'impiccati' al Colosseo. Prime ipotesi

    05 maggio 2017, 11:17

    Non è chiaro se la responsabilità della macabra messa in scena sia di ultrà giallorossi o laziali

    Al loro arrivo, i carabinieri chiamati sul posto non hanno trovato più nulla. Qualcuno aveva già fatto piazza pulita della macabra messa in scena. "Si tratta di un atto vergognoso e una grave offesa ai valori e al mondo dello sport", ha scritto sul suo profilo Facebook l'assessore allo Sport del Campidoglio, Daniele Frongia (foto di Retesport ).