Così le fiamme di Skirball stanno bruciano il sud della California e costringendo migliaia di persone a fuggire. Un morto

  • Photo:  KYLE GRILLOT / AFP
    Il Thomas Fire brucia dietro la Old Baldwin Road in California
  • Photo:  KYLE GRILLOT / AFP
    Una macchina sfreccia mentre il Thomas Fire brucia una collina a sud di Casitas Springs in California
  • Photo:  ROBYN BECK / AFP
    Un vigile del fuoco controlla le fiamme che bruciano in una casa allo Skirball Fire nella sezione di Bel-Air di Los Angeles in California
  • Photo: KYLE GRILLOT / AFP
    Il Thomas Fire brucia lungo una collina vicino a Santa Paula in California. Migliaia di persone in fuga, il fumo denso e nero sta soffocando la zona
  • Photo: DAVID MCNEW / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP
    Un'auto distrutta nel quartiere di Sylmar a Los Angeles in California. Il fuoco ialimentato da forti venti di Santa Ana ha bruciato più di 15.000 acri e causato l'evacuazione di 150.000 residenti.
  • Photo: DAVID MCNEW / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP
    Un vigile del fuoco getta l'acqua sugli alberi vicino ad una casa che brucia nella vicinanza ricca di Bel-Air durante il fuoco di Skirball.
  • Photo: SANDY HUFFAKER / AFP
    I Vigili del Fuoco raggiungono la linea dell'incendio presso Lilac a Bonsall in California
  • Photo: Afp
    vigili del fuoco lavorano sulla 101 Highway verso la Pacific Coast Highway a Ventura in California
07 dicembre 2017,12:01

C'è un primo morto negli incendi che stanno flagellando il sud della California, alimentati dal clima secco e i forti venti che soffiano a oltre 130 chilometri orari. Il corpo senza vita di un uomo è stato trovato nella contea di Ventura, la più colpita insieme alla periferia di Los Angeles. Lunedì si era diffusa la notizia di una vittima che si era poi rivelata falsa.
Sono più di 4mila i vigili del fuoco impegnati a spegnere le fiamme con l'ausilio di aerei ed elicotteri e di 65 militari della Guardia nazionale. I roghi hanno divorato 445 chilometri quadrati di terreno e causato 200.000 sfollati. A Bel Air le fiamme hanno lambito il Getty Museumn e l'Università della California.
Bel-Air è il quartiere di Los Angeles abitato da celebrities del calibro di Beyonce, il Ceo di SpaceX, l'imprenditore visionario Elon Musk o il magnate Rupert Murdoch. Le loro lussuose dimore - repliche di dubbio gusto di castelli francesi, ville toscane o magioni minimal del valore di decine di milioni di dollari- sono minacciate dall'incendio ribattezzato Skirball, che ha bruciato 200 ettari in meno di 24 ore. Almeno quattro case sono già in cenere e quella di Rupert Murdoch - con la sua vigna - è circondata dalle fiamme.
Lionel Richie ha annullato un concerto per aiutare la sua ex moglie a fuggire dalla zona, mentre il comico Chelsea Handler e la designer Adrienne Maloof tra gli altri hanno dovuto evacuare. I meteorologi hanno previsto che i venti potrebbero causare ulteriori incendi, minacciando le case più esclusive e il museo del Getty Center, dove ci sono diversi capolavori: le autorità del museo hanno twittato che "i sistemi di filtrazione dell'aria proteggono le gallerie dal fumo".
L'incendio "Skirball" - che brucia vicino a un centro culturale con lo stesso nome - ha anche spinto le autorità a chiudere la 405 Freeway, un importante corridoio di traffico. Vicino all'area minacciata si trova la prestigiosa Universita' della California. Intanto decine di scuole, come il Santa Monica College, sono gia' state chiuse.



07 dicembre 2017,12:01

C'è un primo morto negli incendi che stanno flagellando il sud della California, alimentati dal clima secco e i forti venti che soffiano a oltre 130 chilometri orari. Il corpo senza vita di un uomo è stato trovato nella contea di Ventura, la più colpita insieme alla periferia di Los Angeles. Lunedì si era diffusa la notizia di una vittima che si era poi rivelata falsa.
Sono più di 4mila i vigili del fuoco impegnati a spegnere le fiamme con l'ausilio di aerei ed elicotteri e di 65 militari della Guardia nazionale. I roghi hanno divorato 445 chilometri quadrati di terreno e causato 200.000 sfollati. A Bel Air le fiamme hanno lambito il Getty Museumn e l'Università della California.
Bel-Air è il quartiere di Los Angeles abitato da celebrities del calibro di Beyonce, il Ceo di SpaceX, l'imprenditore visionario Elon Musk o il magnate Rupert Murdoch. Le loro lussuose dimore - repliche di dubbio gusto di castelli francesi, ville toscane o magioni minimal del valore di decine di milioni di dollari- sono minacciate dall'incendio ribattezzato Skirball, che ha bruciato 200 ettari in meno di 24 ore. Almeno quattro case sono già in cenere e quella di Rupert Murdoch - con la sua vigna - è circondata dalle fiamme.
Lionel Richie ha annullato un concerto per aiutare la sua ex moglie a fuggire dalla zona, mentre il comico Chelsea Handler e la designer Adrienne Maloof tra gli altri hanno dovuto evacuare. I meteorologi hanno previsto che i venti potrebbero causare ulteriori incendi, minacciando le case più esclusive e il museo del Getty Center, dove ci sono diversi capolavori: le autorità del museo hanno twittato che "i sistemi di filtrazione dell'aria proteggono le gallerie dal fumo".
L'incendio "Skirball" - che brucia vicino a un centro culturale con lo stesso nome - ha anche spinto le autorità a chiudere la 405 Freeway, un importante corridoio di traffico. Vicino all'area minacciata si trova la prestigiosa Universita' della California. Intanto decine di scuole, come il Santa Monica College, sono gia' state chiuse.