È vero che gli sbarchi dei migranti a gennaio sono più che raddoppiati?

Abbiamo controllato le affermazioni di Giorgia Meloni sui 4.800 sbarchi del primo mese dell'anno 

È vero che gli sbarchi dei migranti a gennaio sono più che raddoppiati?

Lo scorso 20 febbraio Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha scritto su Twitter: “Secondo Minniti il fenomeno migratorio è sotto controllo. Ricordo che a gennaio 2018 gli sbarchi sono stati circa 4.800, più del doppio rispetto al dicembre 2017. Che dite, li mandiamo a casa questi bugiardi, così fermiamo davvero l’immigrazione incontrollata?”.

Il dato riportato è impreciso e crea una suggestione – quella che gli sbarchi siano in aumento – che è smentita dai numeri nel loro complesso.

Gli sbarchi

Come risulta dai dati del Viminale, a gennaio 2018 sono sbarcati 4.182 migranti (non 4.800 come afferma Meloni), in aumento rispetto ai 2.327 di dicembre 2017 (ma non “più del doppio”).

Da un confronto rispetto all’anno scorso, il dato di gennaio è inferiore a quello del 2017, quando a gennaio erano arrivati 4.468 migranti, e a quello del 2016 (5.273 arrivi a gennaio).

In generale, sono ormai otto mesi consecutivi che gli arrivi via mare risultano inferiori rispetto a quelli dell’anno precedente nello stesso mese, da quando a luglio 2017 si è invertita la tendenza che vedeva un aumento costante degli sbarchi.

Conclusione

Il dato citato da Meloni è dunque impreciso: gli arrivi a gennaio sono stati poco meno di 4.200, che è in effetti più di quelli di dicembre scorso. Ma se il numero fosse quello citato dalla leader di Fratelli d’Italia (4.800) gli sbarchi di gennaio 2018 sarebbero superiori a quelli di gennaio 2017. Invece è da luglio 2017 incluso che ogni mese si registra un dato inferiore rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

https://www.sharethefacts.co/share/6dcd51cc-9c6f-4439-b8b9-6bd3af67fd6a

Se avete delle frasi o dei discorsi che volete sottoporre al nostro fact-checking, scrivete a dir@agi.it



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it