Yemen: Usa bombardano 3 siti di radar controllati da Houthi

Washington - Gli Stati Uniti hanno bombardato tre siti di radar in zone controllate dai ribelli Houthi in Yemen, dopo gli attacco con missili contro le navi da guerra americane, domenica e mercoledì. Lo ha reso noto noto il Pentagono. Gli attacchi, autorizzati dal presidente Barack Obama, sono stati realizzati con missili da crociera Tomahawk lanciati dal cacciatorpediniere USS Nitze. I missili "avevano come obiettivo i radar coinvolti nei recenti lanci di missili che hanno minacciato l'USS Mason e altre navi che operavano in acque internazionali nel Mar Rosso e nello stretto di Bab al-Mandeb", tra il Mar Rosso e l'Oceano indiano, ha spiegato il portavoce del Pentagono. "Questi attacchi limitati di legittima difesa sono stati realizzati per proteggere il nostro personale, le nostre navi e la nostra libertà di navigazione lungo questa importante via marittima", ha aggiunto.  (AGI)