Yemen: Riad, truppe 10 Paesi all'attacco contro sciiti Houthi

(AGI) - Washington, 26 mar. - Nella notte l'Arabia Saudita e'entrata in azione in Yemen insieme ad altri 9 Paesi, inclusi i6 membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo, tuttisunniti. Le truppe ammassate da martedi' al confine meridionaledel regno sono intervenute nello Yemen per difendere il governodel presidente, il sunnita Abd-Rabbu Mansour Hadi, control'assalto dei ribelli sciiti Houthi, sostenuti, secondo lostesso Hadi e Riad, dall'Iran, culla dello sciismo e dell'expresidente Ali Abdullah Saleh (ma i ribelli fanno sapere chesono preparati al confronto con la coalizione a guida sauditanello Yemen senza

(AGI) - Washington, 26 mar. - Nella notte l'Arabia Saudita e'entrata in azione in Yemen insieme ad altri 9 Paesi, inclusi i6 membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo, tuttisunniti. Le truppe ammassate da martedi' al confine meridionaledel regno sono intervenute nello Yemen per difendere il governodel presidente, il sunnita Abd-Rabbu Mansour Hadi, control'assalto dei ribelli sciiti Houthi, sostenuti, secondo lostesso Hadi e Riad, dall'Iran, culla dello sciismo e dell'expresidente Ali Abdullah Saleh (ma i ribelli fanno sapere chesono preparati al confronto con la coalizione a guida sauditanello Yemen senza chiedere aiuto al loro alleato di ferro,l'Iran: "il popolo yemenita e' pronto ad affrontarel'aggressione senza interferenze straniere", ha spiegato unafonte). L'ambasciatore saudita a Washington, Adel al-Jubeir, hachiarito da Washington che l'attacco e' stato iniziato dalletruppe saudite alle 19 ora della Costa orientale americana(mezzanotte in Italia) per "difendere il legittimo governo"yemenita di Hadi su richiesta esplicita di quest'ultimo. GliStati Uniti, ha specifcato, non stanno partecipando in alcunmodo all'attacco che coinvolge esclusivamente Paesi musulmani.L'azione non si limitera' ad alcune citta' yemenite ma a tuttoil Paese perche' "il fallimento (come Stato) dello Yemen non e'un'opzione (accettabile) per noi", ha proseguito al-Jubeir. Ildiplomatico ha anche sottolineato che l'azione e' giustificatasulle norme previste dalla 'carta' costitutiva delle NazioniUnite e della Lega Araba e includera' raid aerei contro lepostazioni degli sciiti Houthi che da settembre controllano lacapitale Sanaa e che stanno avandando da gionri su Aden. Daultimo al-Jubeir ha lanciato l'allarme per la notizia che gliHouthi hanno il controllo di missili balistici, in grado diraggiungere obiettivi negli Stati confinanti, e delleaeronautica militare yemenita Intanto il presidente dello Yemen Abd-Rabbu Mansour Hadisarebbe rimasto nel suo quartier generale di Aden, l'importantecitta' portuale nel sud dove si e' rifugiato nelle scorsesettimana. Non solo. Hadi sarebbe "di buon umore" perl'intervento armato, a guida saudita. Lo riferisce MohammedMarem, 'capo di gabinetto' di Hadi, che nel pomeriggio alcunefonti avevano dato in fuga da Aden: "Il presidente ringrazia ePaesi del Golfo, Giordania, Egitto e Sudan e tutti i Paesidella regione", aggiungendo che i raid sono diretti soprattuttoa neutralizzare le difese aeree degli Houthi nel nord delloYemen.Delle sei petromonarchie - tutte sunnite - del Consiglio diCooperazione del Golfo (Persico) solo l'Oman (che confina adovest con lo Yemen) non sta partecipando all'intervento armatonel Paese contro i ribelli sciiti Houthi per "proteggere" ilgoverno del presidente, il sunnita Abd-Rabbu Mansour Hadi,"dall'aggressione". E' quanto emerge dalla dichiarazionecongiunta, in cui spiegano le ragioni dell'azione, l'ArabiaSaudita, gli Emirati Arabi Uniti, il Kuwait, il Bahrein ed ilQatar. Manca all'appello solo il sultanato omanita. Era statonei giorni scorsi lo stesso Hadi ha chiedere un interventoarmato di una coalizioni di "Paesi volenterosi" arabi. In totale sono 10 i Paesi che hanno iniziato l'attaccodalla mezzanotte italiana. Barack Obama ha autorizzato lafornitura di aiuti logistici e di informazioni di intelligencea sostegno dell'intervento armato a guida saudita iniziatostanotte, alla mezzanotte italiana, contro i ribelli sciitiHouthi in Yemen. Lo ha reso noto la Casa Bianca confermando cheseppure le truppe Usa non stanno prendendo parte direttameneall'attacco gli Usa hanno formato una "cellula dipianificazione (delle operazioni) congiunta" con i sauditi percoordinare il sostegno che Washington vuole dare all'operazioneGli Usa, hanno aggiunto alla Casa Bianca, e' stata in strettocontatto con il presidente sunnita dello Yemen, Mansour Hadi -che ha voluto l'intervento a guida saudita - e con i partnedell'Amrica nella regione. L'Arabia Saudita ha iniziato la piu' grande operazione militaredella sua storia impegnando ben 100 aerei da guerra e 150.000soldati nell'intervento armato iniziato a mezzanotte contro iribelli sciiti Houthi in Yemen in soccorso del presidente, ilsunnita Mansour Hadi. Lo riferisce la rete al Arabiya, secondola quale, nella coalizione islamica (sunnita) guidata da Riad,la Giordania ha inviato 6 caccia-bombardieri F-16 mentre gliEmirati Arabi Uniti 30 jet. Gli altri Paesi impegnati sonoMarocco, Egitto, Sudan, Kuwait, Bahrein, Qatar. Pronto adimpegnarsi, anche in operazioni di terra, il Pakistan. Oggi leforze leali al presidente yemenita Abd-Rabbu Mansour Hadi hannoripreso il controllo dell'aeroporto di Aden, nel sud delloYemen, dopo violenti scontri con i ribelli sciiti Houthi, chelo avevano strappato ieri ai governativi. Lo riferisce unafonte ufficiale locale. .