Yemen: raid Usa contro capo al Qaeda, forse ucciso

(AGI) - Washington - Un raid americano potrebbe averucciso il capo di al Qaeda nello Yemen la scorsa settmana. E'quanto riporta  

(AGI) - Washington, 16 giu. - Un raid americano potrebbe averucciso il capo di al Qaeda nello Yemen la scorsa settmana. E'quanto riporta il Wasghington Post affermando che l'operazioneha avuto come obiettivo il gruppo diNasir al-Wuhayshi, ritenuto il punto di riferimenti di diversicomplotti terroristici messi a punto contro gli Stati Uniti,tra i quali il tentativo di far esplodere un cargo nel Nataledel 2009. "Cerchiamo conferme della sua morte", ha detto unafonte dell'intelligence, mentre altre due fonti hanno riferitoalla Cnn che Wuhayshi ha perso la vita nei raid venerdi'scorso. A colpire mortalmente Nasser al-Wuhayshi, una volta legatoa Osama bin Laden e fino a prima del raid capo di Al Qaedanella penisola arabica (Aqap), sarebbe stato un drone. Unaconferma indiretta della sua morte potrebbe trovarsi sui socialnetwork legato all'organizzazione terroristica che nel gennaioscorso' rivendico' il sanguinoso attacco alla redazione delsettimanale satirico francese Charlie Hebdo. "Nasseral-Wuhayshi, Iddio lo accolga", hanno twittato diversisostenitori tra cui tal Abu Gandi utilizzando hashtag "Martiriodi Abu Baseer al-Wuhayshi". Non e' chiaro se il raid sia statoguidato dal pentagono o coordinato dalla Cia. Nato nel sud dello Yemen, Wuhayshi ha viaggiato e si e'formato in Afghanistan, dove nel 1998 si uni' ad al Qaeda. Quiincontro' Osama bin Laden e fu il suo aiutante di campo fino al2001, quando il gruppo dovette dividersi in seguitoall'invasione dell'Afghanistan. Divento' capo di Al Qaeda nellaPenisola arabica nel 2009, diversi anni dopo essere evaso dauna prigione nello Yemen. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it