Yemen: continuano le incursioni Houti nel territorio saudita

(AGI) - Sanaa, 28 mar. - Diverse incursioni in territoriosaudita da parte delle milizie sciite Houthi e delle brigatedell'esercito yemenita fedeli all'ex presidente Ali AbdullahSaleh hanno avuto luogo negli ultimi due giorni, dopo illancio dell'operazione "Tempesta risolutiva" da parte diRiad. Lo riferiscono fonti locali, secondo cui gli ultimiattacchi risalgono alla scorsa notte e hanno spinto leautorita' saudite a chiudere le scuole per cinque giorni neivillaggi di frontiera. Le incursioni hanno avuto luogo inparticolare nelle regioni sud-occidentali di Jizan, Asir eNajran. I ribelli sciiti Houthi in Yemen sono "ossessionati dalpotere"

(AGI) - Sanaa, 28 mar. - Diverse incursioni in territoriosaudita da parte delle milizie sciite Houthi e delle brigatedell'esercito yemenita fedeli all'ex presidente Ali AbdullahSaleh hanno avuto luogo negli ultimi due giorni, dopo illancio dell'operazione "Tempesta risolutiva" da parte diRiad. Lo riferiscono fonti locali, secondo cui gli ultimiattacchi risalgono alla scorsa notte e hanno spinto leautorita' saudite a chiudere le scuole per cinque giorni neivillaggi di frontiera. Le incursioni hanno avuto luogo inparticolare nelle regioni sud-occidentali di Jizan, Asir eNajran. I ribelli sciiti Houthi in Yemen sono "ossessionati dalpotere" e l'offensiva a guida saudita lanciata nella notte tramercoledi' e giovedi' dovrebbe continuare finche' gli insortinon deporranno le armi. Lo ha dichiarato oggi il presidenteyemenita, Abd Rabbo Mansour Hadi, intervenendo al summit deicapi di Stato della Lega araba in corso a Sharm el Sheikh. Unevento al quale era "determinato a prender parte" perconfermare la propria "legittimita' internazionale". "I ribelli hanno condotto diversi attacchi contro di me perimpedirmi di partecipare al summit", ha spiegato Hadiriferendosi "agli Houthi e ai loro alleati golpisti". Ilpresidente yemenita ha riferito di aver chiesto invano a tuttele parti di sedersi al tavolo dei negoziati a Riad.L'operazione "Tempesta risolutiva" e' stata lanciata per"proteggere lo Yemen dall'aggressione degli Houthi", i qualirestano "determinati a ottenere il potere attraverso laviolenza". L'intervento militare guidatodall'Arabia Saudita in Yemen continuera' finche' non sarannoraggiunti tutti gli obiettivi: la sconfitta dei ribellisciiti Houthi e la restaurazione della pace nel paese. Lo hadichiarato oggi il re saudita Salman bin Abdulazizintervenendo durante il vertice della Lega araba a Sharm elSheikh. Il monarca ha precisato che il Consiglio dicooperazione del Golfo ha risposto con la missione "Tempestarisolutiva" a "una richiesta di intervento" del presidenteyemenita Abd Rabbo Mansour Hadi. Questo dopo che gli insortiHouthi si erano "rifiutati di discutere della crisi in Yemena Riad". Secondo re Salman, la minaccia posta dai ribelli e' "allasicurezza regionale e alla pace internazionale". L'ArabiaSaudita "apre le porte a un dialogo tra tutte le partipolitiche in Yemen", ma "i leader golpisti devono tornare allaragione". Il monarca ha evidenziato anche come "la dolorosarealta' vissuta dagli arabi" sia "il risultato di terrorismo epolitiche settarie" e ha ribadito la necessita' di fare delMedio Oriente una "zona denuclearizzata". Almeno 54 morti e 187feriti e' il bilancio dei tre giorni di scontri armati ad Aden.Lo si apprende dal direttore del dipartimento sanitario diAden, Al-Kheder Lassouar. Il Segretario Generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, auspica chela riunione odierna della Lega araba consenta di trovare lineeguida "per risolvere pacificamente la crisi nello Yemen".(AGI).