World Press Photo, vince foto del killer dell'ambasciatore russo

Il turco Burhan Ozbilici, che da 28 anni lavora per l'agenzia Associated Press, riceve il  il premio più ambito del fotogiornalismo internazionale

World Press Photo, vince foto del killer dell'ambasciatore russo

L'istantanea dell'attentato all'ambasciatore russo ad Ankara - il killer con la pistola ancora in mano e il corpo del diplomatico steso al suolo in secondo piano - ha vinto il World Press Photo, il premio più ambito del fotogiornalismo internazionale. L'immagine, 'Un assassinio in Turchia', è stata scattata dal fotoreporter turco Burhan Ozbilici, che da 28 anni lavora per l'agenzia Associated Press.

L'istantanea è del 19 dicembre 2016, quando un poliziotto fuori servizio, Mevlut Mert, crivellò di colpi d'arma da fuoco l'ambasciatore russo in Turchia, Andrei Kárlov, in una galleria d'esposizione ad Ankara. Il diplomatico stava tenendo un discorso alla Galleria d'Arte Contemporanea per l'inaugurazione di una  mostra fotografica quando un uomo, il 22enne turco Mevlut Mert Altintas, ha iniziato a sparare nella sua direzione urlando "Non dimenticate Aleppo, non dimenticate la Siria". Il killer è stato ucciso dai servizi di sicurezza mentre l'ambasciatore è deceduto prima di raggiungere l'ospedale.

Per approfondire: