Workshop Eurasia: Della Vedova, cogliere opportunita' area Asia Pacifico

(AGI) - Roma - L'Italia condivide con l'Europa un"forte e comune interesse per lo sviluppo" dell'Asia Pacifico,con la quale si moltiplicano  

(AGI) - Roma, 22 giu. - L'Italia condivide con l'Europa un"forte e comune interesse per lo sviluppo" dell'Asia Pacifico,con la quale si moltiplicano iniziative nella speranza chequesto "si trasformi in occasioni di approfondimento sul pianoconcreto e operativo per consentirci di cogliere le vasteopportunita'" che arrivano "dallo straordinario sviluppo" dellaregione. E' quanto affermato dal sottosegretario agli Esteri,Benedetto Della Vedova, alla seconda edizione del WorkshopEurasia a Roma. Impegnato all'Expo di Milano, ilsottosegretario ha ricordato nel suo discorso, letto da AndreaPerugini, vice direttore generale della Farnesina, come "l'AsiaPacifico sia una regione ampia e variegata, sotto il profiloeconomico, culturale e politico". "Nel prossimo decennio - hasottolineato - questi Paesi rappresenteranno, e gia'rappresentano, interlocutori ineludibili, sia per promuovere lacrescita che per consolidare la convergenza politica su tuttele piu' importanti sfide che riguardano la stabilita' e lasicurezza". L'appuntamento a Roma e' dedicato allaconnettivita', "tema cruciale per la sostenibilita' dellacrescita economica". In quest'ottica, ha sostenuto DellaVedova, creare maggiori collegamenti tra le due regioni sitraduce in "sviluppo di reti e trasporti, ma anche in sforziper liberalizzare scambi, servizi, capitali e investimenti",senza dimenticare la dimensione sociale della crescita, con"flussi turistici, scambi di studenti e ricercatori, know how eforza lavoro". Ugualmente, e' necessario un "maggiore coordinamento tra leistituzioni" nella formulazione di politiche, con "l'esigenzadi armonizzare legislazioni e normative e una maggiorecondivisione di valori e principi". In questo scenario, non cisono solo gli importanti rapporti bilaterali con i tradizionalipartner, come Cina, Giappone e Corea del Sud ma anche conl'Asean (Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico), "unadelle aree piu' dinamiche del mondo", ha ricordato ilsottosegretario, che "costituisce un tassello imprescindibilenell'ambito delle architetture regionali" in quell'ottica distabilita' dell'area che l'Italia sostiene con decisione. Nato con lo scopo di creare un ponte tra le impresedell'Italia centrale e i mercati della Cina e dell'Asean, ilWorkshop Eurasia, promosso e sostenuto da Unindustria Lazio,Fondazione Terzo Pilastro, AGI e Regione Lazio con lacollaborazione attiva della Farnesina, e' un progettopluriennale di networking che inizia ormai a dare fruttivisibili. Quest'anno infatti sono presenti tre delegazioniufficiali, dalle citta' di Tianjin, Chongqing e dalla CameraAgroalimentare Cinese, per favorire l'export dall'Italia e losviluppo di azioni comuni per il trasferimento di tecnologie eknow-how verso l'Asia. (AGI).