Sulle guglie delle chiese britanniche svetteranno i ripetitori del Wi-Fi

L'accordo tra il clero anglicano e il ministero per il Digitale di Londra

Sulle guglie delle chiese britanniche svetteranno i ripetitori del Wi-Fi

I pinnacoli e le guglie che si elevano dalle chiese britanniche, la maggioranza in stile gotico e quindi particolarmente adatte, saranno usate per installarvi ripetitori di segnali di telefonia cellulare e segnali Wi-Fi nelle più remote aree rurali del Paese. Questo il frutto di un accordo tra il governo britannico e la Chiesa d'Inghilterra in base al quale "anche un edificio del XV secolo potrà aiutare a rendere la Gran Bretagna piu pronta al futuro" ha spiegato il ministro per la Cultura ed il Digitale, Matt Hancock.

In totale la Chiesa d'Inghilterra ha 16.000 luoghi di culto dispersi nelle campagne che sono per la loro architettura i luoghi ideali per installare ripetitori di qualsiasi tipo di segnale a bassissimo impatto visivo (al posto di mostruose torri alte decine di metri). Ad oggi ci sono già oltre 120 chiese impiegate in questo modo.

Oltre al governo britannico e alle società di telefonia e web anche la Chiesa è contenta dell'intesa perché tornerà a svolgere un ruolo chiave nelle comunità in ogni contea, come ha riconosciuto Stephen Cottrell, vescovo di Chelmsford nell'Inghilterra sud-orientale: "Incoraggiare le chiese a migliorare la connettività aiuterà ad affrontare due dei più grandi problemi delle aree rurali: l'isolamento e la sostenibilita'".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it