Le violenze sessuali di capodanno fatte dagli immigrati di Francoforte non sono mai successe

Bild si scusa per una notizia apparsa a gennaio sul suo quotidiano. La polizia ha accertato che la notte del 31 dicembre 2016 nella città tedesca non è successo niente. 

Le violenze sessuali di capodanno fatte dagli immigrati di Francoforte non sono mai successe

L'assalto sessuale di massa nella notte di capodanno a Francoforte nel 2017 non è mai successo. La Bild, il quotidiano più venduto in Germania che ha pubblicato la notizia di un tentativo di violenza sessuale da parte di un gruppo di immigrati, si è scusata con i lettori e ha ammesso l'errore.

L'inchiesta nata all'indomani delle denunce condotta dalla polizia tedesca non ha trovato riscontri oggettivi. "Le accuse sono prive di fondamento" si legge in una dichiarazione della polizia di Francoforte pubblicate martedì 14 febbraio, "ed è il risultato di una indagine approfondita e completa". 

Il tabloid tedesco è stato il pimo a sostenere, il 6 febbraio scorso, che un gruppo di richiedenti asilo nordafricani avrebbe tentato di violentare delle ragazze tedesche a Francoforte, durante i festeggiamenti per la fine dell'anno. La notizia è stata subito rilanciata su tutti i social media, sull'onda emotiva dei fatti di Colonia di un anno prima che invece sono avvenuti e non sono in discussione. 

"Ci dispiace, chiediamo scusa ai lettori"


Secondo la ricostruzione del quotidiano, a Francoforte durante la notte di Capodanno 50 richiedenti asilo si sarebbero ammassati sulle strade dello shopping cittadino entrando poi in massa in un bar per assalire un gruppo di donne. Bild riportava un'intervista alla titolare del bar che raccontava l'episodio. Ma la polizia ha accertato che "dagli interrogatori di testimoni e clienti abituali, è emerso che la donna ad aver rilasciato l'intervista quella sera non era nemmeno in città".  

La donna, Irina A. aveva raccontato al tabloid tedesco che "almeno 50 uomini dall'aspetto arabo o nordafricano" la notte di San Silvestro avevano assaltato numerose donne in una nota via della "nightlife" francofortese. Una specie di replica, in sostanza, di quanto era accaduto a Colonia. La stessa Irina A. aveva sostenuto di esser stata tra le vittime degli assalitori. Il gastronomo aveva definito, ai reporter di un altro giornale, che si era trattato di una "Colonia 2, solo piu' in piccolo".

"La redazione di Bild si scusa per questa notizia sbagliata e inesatta, ma soprattutto per le accuse contro gli interessati. Questa segnalazione non corrisponde in alcun modo alle norme giornalistiche di Bild" sono state le scuse del quotidiano tedesco ai propri lettori. 

L'articolo pubblicato alle 20.45 è stato modificato alle ore 21.00 aggiornandolo sulla parte relativa alle indagini di Francoforte e il ruolo della titolare Irina A. I fatti non si riferiscono al capodanno 2016 come indicato nella precedente versione ma a quello del 2017.