Vanuatu: Unicef, 54mila i bambini colpiti dal ciclone

(AGI) - Roma, 14 mar. - Si stima che almeno la meta' dellapopolazione di Vanuatu sia stata colpita dal ciclone Pam(Pacifico del sud). Di queste persone, almeno 54.000 sonobambini. Molte case di Vanuatu sono state probabilmentedistrutte, in particolare quelle costruite con materialinaturali e locali, come tetti di paglia che sono vulnerabili aiforti venti e inondazioni. Lo rende noto l'Unicef con uncomunicato. Scuole, chiese e centri comunitari vengono utilizzate comerifugi di emergenza. Molti di questi edifici hanno subito dannistrutturali. Servizi essenziali come ospedali, aziendeelettriche, i sistemi di approvvigionamento idrico e i

(AGI) - Roma, 14 mar. - Si stima che almeno la meta' dellapopolazione di Vanuatu sia stata colpita dal ciclone Pam(Pacifico del sud). Di queste persone, almeno 54.000 sonobambini. Molte case di Vanuatu sono state probabilmentedistrutte, in particolare quelle costruite con materialinaturali e locali, come tetti di paglia che sono vulnerabili aiforti venti e inondazioni. Lo rende noto l'Unicef con uncomunicato. Scuole, chiese e centri comunitari vengono utilizzate comerifugi di emergenza. Molti di questi edifici hanno subito dannistrutturali. Servizi essenziali come ospedali, aziendeelettriche, i sistemi di approvvigionamento idrico e i servizitelefonici sono molto probabilmente gravemente danneggiati. Trale Isole del Pacifico altri paesi hanno subito un forteimpatto, come le Isole Salomone, Tuvalu e Kiribati. L'UNICEF sta lavorando sul campo nei paesi colpiti efornire assistenza immediata. La maggior parte dei bisogniurgenti riguardano: la fornitura di contenitori per l'acqua,compresse per la potabilizzazione (dell'acqua), sapone e iservizi igienici temporanei. A Vanuatu, centri sanitari hanno probabilmente subito dannigravi e dovranno essere ricostruiti e riforniti con scortemediche e nutrizionali. Sono in corso dei piani per sostenereil governo a fare una grande campagna di vaccinazione contro ilmorbillo. Le scuole vengono utilizzate come centri di evacuazione;l'UNICEF sosterra' l'istruzione dei bambini, compresa lafornitura di scuole in scatola. Nei centri di evacuazionesaranno allestiti 'spazi a misura di bambino' per fornire aibambini assistenza psicosociale. Per soddisfare le prime necessita' immediate dei bambini edelle famiglie colpite dal ciclone PAM, l'UNICEF necessita dialmeno 2 milioni di dollari, in particolare nei settori dellasalute, dell'istruzione, della nutrizione e dellaprotezione.(AGI).