Usa: trans contesta Obama. lui "vergognati, sei a casa mia"

(AGI) - Washington, 25 giu. - Barack Obama contestato da unatransessuale alla Casa Bianca. Durante il suo interventodavanti alle associazioni Lgbt nel mese del Gay Pride, ilpresidente Usa e' stato piu' volte interrotto daun'ascoltatrice che ha criticato il suo operato. "Senti, sei a casa mia", ha avvertito l'inquilino dellaCasa Bianca, il dito alzato, per nulla contento delle continueinterruzioni. Il trans non ha desistito e Obama lo ha rimproverato:"questo non e' rispettoso. Non otterrai una rispostainterrompendomi in questo modo", ha proseguito, sempre piu'infastidito. Quando e' stato chiaro che la contestatrice non si

(AGI) - Washington, 25 giu. - Barack Obama contestato da unatransessuale alla Casa Bianca. Durante il suo interventodavanti alle associazioni Lgbt nel mese del Gay Pride, ilpresidente Usa e' stato piu' volte interrotto daun'ascoltatrice che ha criticato il suo operato. "Senti, sei a casa mia", ha avvertito l'inquilino dellaCasa Bianca, il dito alzato, per nulla contento delle continueinterruzioni. Il trans non ha desistito e Obama lo ha rimproverato:"questo non e' rispettoso. Non otterrai una rispostainterrompendomi in questo modo", ha proseguito, sempre piu'infastidito. Quando e' stato chiaro che la contestatrice non si sarebbefermata, il presidente ha scandito: "Vergogna!". Quindi la trans e' stata fatta uscire dalla sala dagliuomini della sicurezza mentre la platea faceva il tifo:"O-ba-ma!". (AGI)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it