Usa: rabbia si estende a 170 citta', proteste anche a New York

(AGI) - New YOrk, 25 nov. - L'indignazione della citta' diFerguson, in Missouri, dopo la mancata incriminazione delpoliziotto che ad agosto ha ucciso un giovane afroamericanodisarmato, si e' estesa a 170 citta' di 37 Stati di tutto ilPaese, dove migliaia di persone sono scese in strada perchiedere giustizia. Washington DC, New York, Los Ýngeles,Atlanta, Boston, Philadelphia, Oakland e Seattle sono stateteatro delle maggiori manifestazioni, che hanno avuto un tonopacifico, salvo incidenti sporadici e alcuni arresti. Centinaiadi persone hanno manifestato ancora a New York, dove la marciaha congiunto Union Square a

(AGI) - New YOrk, 25 nov. - L'indignazione della citta' diFerguson, in Missouri, dopo la mancata incriminazione delpoliziotto che ad agosto ha ucciso un giovane afroamericanodisarmato, si e' estesa a 170 citta' di 37 Stati di tutto ilPaese, dove migliaia di persone sono scese in strada perchiedere giustizia. Washington DC, New York, Los Ángeles,Atlanta, Boston, Philadelphia, Oakland e Seattle sono stateteatro delle maggiori manifestazioni, che hanno avuto un tonopacifico, salvo incidenti sporadici e alcuni arresti. Centinaiadi persone hanno manifestato ancora a New York, dove la marciaha congiunto Union Square a Times Square, due dei luoghi piu'emblematici della citta', e si e' svolta in modo pacifico anchese in alcuni punti ci sono stati tensioni. Intanto dopo l'ondata di violenze seguite alla sentenza delgrand jury della contea di St Louis, Ferguson -una piccolacitta' di poco piu' di 20mila abitanti- e' stata blindata con2mila agenti della Guardia Nazionale e agenti di altri corpi disicurezza. (AGI).