Usa: polizia uccide nero su sedia a rotelle; lo zio "un'esecuzione"

(AGI) - Washington, 25 set. - Un afroamericano di 28 anni insedia a rotelle e' stato ucciso mercoledi' sera a colpi dipistola dalla polizia a Wilmington, nel Delaware, negli Usa. Lascena e' stata ripresa da un passante in un video pubblicatosulla rete. L'uomo si chiamava Jeremy McDole. Sull'accaduto,come riferisce il quotidiano Guardian, ha aperto un'inchiestail Dipartimento di Giustizia del Delaware. Secondo una primaricostruzione, la polizia era accorsa in seguito a una chiamataal 911 - il numero di emergenza - in cui qualcuno sosteneva cheil 28enne si fosse sparato. Nel filmato pubblicato

(AGI) - Washington, 25 set. - Un afroamericano di 28 anni insedia a rotelle e' stato ucciso mercoledi' sera a colpi dipistola dalla polizia a Wilmington, nel Delaware, negli Usa. Lascena e' stata ripresa da un passante in un video pubblicatosulla rete. L'uomo si chiamava Jeremy McDole. Sull'accaduto,come riferisce il quotidiano Guardian, ha aperto un'inchiestail Dipartimento di Giustizia del Delaware. Secondo una primaricostruzione, la polizia era accorsa in seguito a una chiamataal 911 - il numero di emergenza - in cui qualcuno sosteneva cheil 28enne si fosse sparato. Nel filmato pubblicato online sivede un poliziotto - arma in pugno - che si avvicina cautamenteall'uomo in sedia a rotelle, lungo la strada, e gli grida dialzare le mani e lasciare la pistola. Quindi si sente il rumoredi uno sparo e qualcuno afferma che McDole e' stato colpito esanguina. Arrivano altri agenti mentre si vede chiaramente il28enne che cerca, invano, di muoversi dalla sedia a rotelle esi tocca i jeans. Poi si sente una raffica di colpi di arma dafuoco e le urla delle persone presenti. Il fatto e' accadutoalle 3 di notte non lontano dalla casa di cura dove abitavaMcDole, paralizzato dall'eta' di 18 anni a causa di una sparo.La polizia ha affermato di aver trovato una pistola calibro 38vicino al cadavere dell'afroamericano e insiste nell'affermareche il 28enne fosse armato. "E' stata un'esecuzione", ha inveceaccusato lo zio di McDole, Eugene Smith, accorso sulla scenasubito dopo l'incidente assieme a una ventina di persone. Anchela madre dell'uomo, Phyllis McDole, ha chiesto "risposte" alleautorita', denunciando "l'ingiusta" morte del figlio. "Nelvideo si vede che non tira fuori alcuna arma", ha detto ladonna. "Era in carrozzella, paralizzato dalla vita in giu'". Ilcapo della polizia di Wilmington, Bobby Cummings, ha affermatoche gli agenti hanno sparato solo dopo aver visto il disabiletoccare un'arma. "Quando lo hanno visto toccare la pistola, lohanno affrontato", ha sottolineato, pur aggiungendo che "solouna completa indagine" rivelera' se la situazione avrebbepotuto essere gestita diversamente. Cummings, anch'egliafroamericano, ha comunque dichiarato di non essere al correntedi un eventuale tentativo degli agenti di approcciare McDolesenza l'uso della forze prima della sequenza mostrata nelvideo, che la polizia ritiene autentico. Sull'incidente, oltrealla polizia, indaga anche l'Office of Civil Rights and PublicTrust del Dipartimento di Giustizia, struttura creata nelDelaware all'inizio dell'anno allo scopo di "difendere idiritti individuali e le liberta'" dei cittadini in casicontroversi e dove possano sorgere conflitti di interesse.Malgrado cio', Richard Smith, capo della sezione del Delawaredella Naacp (National Association for the Advancement ofColoured People), ha dichiarato che l'organizzazione - chestoricamente si batte per la causa dei neri americani - nonnutre alcuna fiducia nella "giustizia e imparzialita'" deldipartimento di Giustizia, chiedendo che sulla vicenda indaghiun "procuratore speciale". "Ci sono state tante sparatorie (daparte della polizia, ndr.) e ogni volta viene fuori che eranogiustificate. Non possiamo continuare a vedere la nostra genteuccisa senza nessuno che paghi". .