Usa: Mogherini a Kerry, Italia a vostro fianco per la pace

(AGI) - Roma, 4 lug. - L'Italia e' al fianco degli Stati Uniti"per rafforzare la pace e la sicurezza, per accrescere ilrispetto dei diritti umani e dello stato di diritto, perpromuovere una crescita che sia piu' equa, sostenibile edurevole". Lo ha affermato il ministro degli Esteri, FedericaMogherini, in un messaggio inviato al segretario di Statoamericano John F. Kerry in occasione della festadell'Indipendenza. "Questa celebrazione - sostiene Mogherini - e' per meun'opportunita' per ricordare la profondita' delle nostreradici comuni e la forza del nostro impegno condiviso asostegno dei valori fondamentali di

(AGI) - Roma, 4 lug. - L'Italia e' al fianco degli Stati Uniti"per rafforzare la pace e la sicurezza, per accrescere ilrispetto dei diritti umani e dello stato di diritto, perpromuovere una crescita che sia piu' equa, sostenibile edurevole". Lo ha affermato il ministro degli Esteri, FedericaMogherini, in un messaggio inviato al segretario di Statoamericano John F. Kerry in occasione della festadell'Indipendenza. "Questa celebrazione - sostiene Mogherini - e' per meun'opportunita' per ricordare la profondita' delle nostreradici comuni e la forza del nostro impegno condiviso asostegno dei valori fondamentali di liberta', pace edemocrazia, e dei diritti fondamentali". "Guidati da questiprincipi -continua il messaggio- l'Italia e gli Stati Uniticollaborano in moltissimi fori multilaterali e aree diconflitto e di crisi, compresi l'Ucraina, i Balcani, ilMediterraneo, il Medio Oriente e l'Africa. In tempi come quelliin cui viviamo, il fermo impegno al legame transatlantico -strettamente legato alle nostre relazioni bilaterali, airapporti Ue-Stati Uniti e all'Alleanza della Nato - resta lapietra miliare della politica estera italiana. Insieme-conclude il capo della Farnesina- possiamo proteggere i nostriinteressi condivisi e promuovere i nostri valori comuni,guidati dall'obiettivo di raggiungere la pace globale, laliberta' e la prosperita' economica per la generazione attualee per quelle future". (AGI).