Raggiunto l'accordo tra Usa e Messico, scongiurati i dazi

Il Paese latinoamericano ha assicurato controlli più stretti su chi cerca di varcare la frontiera

usa messico dazi
 (Afp)
 Donald Trump

I dazi sulle importazioni Usa dal Messico non scatteranno perché i due paesi hanno raggiunto un accordo per porre un freno all'immigrazione clandestina. A fare l'annuncio è stato il presidente Donald Trump via Twitter, nella tarda serata americana. "Sono felice di informarvi che gli Stati Uniti d'America hanno raggiunto un accordo firmato con il Messico. Le tariffe che dovevano essere applicate dagli Usa da lunedì contro il Messico sono dunque sospese a tempo indeterminato. Il Messico, a sua volta, ha accettato di adottare misure forti per fermare la marea di immigrati attraverso il nostro confine meridionale. Questo è stato fatto per ridurre, o eliminare, l'immigrazione illegale proveniente dal Messico negli Stati Uniti". 

Pochi minuti dopo è arrivata la conferma, sempre via Twitter, del ministro degli Esteri messicano, Marcelo Ebrard, da mercoledì scorso a Washington per negoziare un accordo in extremis. Da lunedì il Messico dispiegherà la guardia nazionale lungo il suo confine meridionale per fronteggiate il flusso di migranti diretti negli Stati Uniti, contrastando le gang criminali e collaborando con l'intelligence di Washington.

Gli Usa estenderanno le deportazioni in Messico dei richiedenti asilo in attesa che venga presa una decisione sulla loro domanda. Il dialogo sull'immigrazione tra Usa e Messico andrà avanti e se entro novanta giorni non saranno rilevati risultati, "saranno intraprese altre azioni", secondo il comunicato congiunto diffuso dal dipartimento di Stato americano. Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, in una nota ha ringraziato l'omologo messicano, "per il duro lavoro nel negoziare un'intesa" che va beneficio di entrambi i paesi.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it