Usa: libero ultimo dei "3 dell'Angola", 43 anni in isolamento

(AGI) - Washington - L'ultimo dei "3 dell'Angola" e'stato definitivamente rilasciato negli Stati Uniti dopo 43 annipassati in isolamento in carcere.  

(AGI) - Washington, 9 giu. - L'ultimo dei "3 dell'Angola" e'stato definitivamente rilasciato negli Stati Uniti dopo 43 annipassati in isolamento in carcere. Albert Woodfox, 68 anni, erastato condannato due volte per l'omicidio della guardia carcereBrent Miller, morta nel 1972 ad Angola, il penitenziario diStato della Luoisiana durante una rivolta. Lui, unicoprigioniero si e' sempre proclamato innocente e a crederglisono stati i due tribunale che in appello avevano rovesciatol'esito delle sentenze di condanna. Adesso il giudice federaleJames Brady ha emesso un ordine che non solo mette in liberta'il prigioniero ma lo blinda da qualsiasi altro procedimento,come quello che contro di lui stavano preparando la procura diLouisiana, dove si Woodfox si trovava dietro le sbarre. Woodfox era uno dei "3 dell'Angola", ovvero quel gruppo didetenuti (gli altri erano Robert Hillary King ed HermanWallace, anche loro di pelle nera) il cui isolamento ventennalein celle di due metri per tre venne alla luce nel 1997 escateno' un'ondata di indignazione pubblica. Di loro si e'occupata spesso anche Amnesty International. I processi ai tresono tutti risultati, alla luce di quanto successivamenteemerso, poco equi e impostati sul pregiudizio razziale epolitico, poiche' facevano erano o divennero impegnati nelgruppo delle Pantere Nere. (AGI).