Usa: giuria, poliziotta bianca aggredi' nera ammanettata deceduta

(AGI) - Los Angeles (California), 6 giu. - Segnandoun'inversione di tendenza rispetto alle recenti sentenze chehanno visto poliziotti bianchi superare indenni le inchiesteper la morte di afroamericani, una giuria ha giudicatocolpevole di "aggressione" un'agente bianca della polizia diLos Angeles. Quest'ultima colpi' ripetutamente una donna neraammanettata e bloccata nel sedile posteriore della vettura dipattuglia, che che poco dopo e' deceduta lamentando di nonriuscire a respirare. ÙL'agente Mary O'Callaghan, 50 anni, e' stata giudicatacolpevole della semplice aggressione ma non della morte dellavittima, la 35enne Alesia Thomas, che era stata arrestata per

(AGI) - Los Angeles (California), 6 giu. - Segnandoun'inversione di tendenza rispetto alle recenti sentenze chehanno visto poliziotti bianchi superare indenni le inchiesteper la morte di afroamericani, una giuria ha giudicatocolpevole di "aggressione" un'agente bianca della polizia diLos Angeles. Quest'ultima colpi' ripetutamente una donna neraammanettata e bloccata nel sedile posteriore della vettura dipattuglia, che che poco dopo e' deceduta lamentando di nonriuscire a respirare. ÙL'agente Mary O'Callaghan, 50 anni, e' stata giudicatacolpevole della semplice aggressione ma non della morte dellavittima, la 35enne Alesia Thomas, che era stata arrestata perabbandono di minore nel luglio del 2012. Il coroner hastabilito che l'intossicazione da cocaina della Thomas hagiocato un ruolo chiave nel suo decesso. La poliziotta e' statapresa in custodia senza possibilita' di cauzione e rischia finoad un massimo di tre anni di carcere. La sentenza e' attesa il23 luglio. "Il verdetto prova che il sistema della giustiza cirminalefunziona", ha copmmenyayop il procuratore distrettuale di LosAngeles, il bero Jackie Lacey. Anche la comunita' afroamericanasi e' detta soddisfatta della sentenza. Nel processo il procuratore Shannon Presby ha mostrato allagiuria il video registrato dentro la vettura di pattuglia incui si vedfe la O'Callaghan fare un uso eccessivo della forzaquando colpisce la Thomas nel collo e le da un calcioall'inguine. Negli ultimi istanti del video si sente la vittimadire: "Non posso respirare", prima di perdere conoscienza. .