Usa, cade il bando a donazioni di sangue da gay

La nuova direttiva stabilisce che devono trascorrere 12 mesi dall'ultimo rapporto sessuale.

Usa, cade il bando a donazioni di sangue da gay

Washington - Gli Stati Uniti hanno formalmente eliminato il bando sulle donazioni di sangue da parte di uomini gay o bisessuali, sostituendolo il divieto con 12 mesi di tempo che devono essere trascorsi dopo l'ultimo rapporto sessuale. La decisione, assunta dalla Food and Drug Administration Usa, e' in linea con quanto recentemente stabilito da altri Paesi come Francia, Gran Bretagna, Giappone e Australia. Il bando era stato imposto negli Usa nel 1983 con il diffondersi dell'Aids. "Nel rivedere le nostre politiche per contribuire a ridurre i rischi di trasmissioe dell'Hiv tramite prodotti di sangue abbiamo rigorosamente esaminato diverse alternative...e la finestra di attesa di 12 mesi e' supportata dalle migliori evidenze scientifiche", ha spiegato Peter Marks, vicepresidente della Fda, in una nota, indicando come rimanga in piedi il bando per i malati di emofilia e altre malalttie correlate. Alcuni attivisti gay non hanno condiviso la decisione sui 12 mesi di attesa imposti prima della donazione, sostenendo che continua a discriminare gli omosessuali. (AGI) 

(21 dicembre 2015)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it