Usa 2016: Clinton, dipartimento di Stato divulghi le mie mail

(AGI) - Washington, 5 mar. - Scottata dalla grana del'mail-gate' (la scoperta che nei 4 anni alla guida delladiplomazia Usa) Hillary Clinton ha continuato ad usare una mailprivata - hdr22@clintonmail.com - per tutte le suecomunicazioni ufficiali, violando le regole federal, ha indottola candidata 'in pectore' alle presidenziali del 2016 achiedere al dipartimento di Stato di divulgare il contenuto ditutta la sua corrispondenza dal 2009 al 2013. Cosi' la stessaClinton in un cinguettio su Twitter: "Voglio che il pubblicolegga le mie mail. Ho chiesto (al dipartimento di) Stato didiffonderle. Mi hanno

(AGI) - Washington, 5 mar. - Scottata dalla grana del'mail-gate' (la scoperta che nei 4 anni alla guida delladiplomazia Usa) Hillary Clinton ha continuato ad usare una mailprivata - hdr22@clintonmail.com - per tutte le suecomunicazioni ufficiali, violando le regole federal, ha indottola candidata 'in pectore' alle presidenziali del 2016 achiedere al dipartimento di Stato di divulgare il contenuto ditutta la sua corrispondenza dal 2009 al 2013. Cosi' la stessaClinton in un cinguettio su Twitter: "Voglio che il pubblicolegga le mie mail. Ho chiesto (al dipartimento di) Stato didiffonderle. Mi hanno detto che le controlleranno per poipubblicare il prima possibile". Il caso era stato aperto dal New York Times che per primoha rivelato martedi' questa violazione delle regole da partedella Clinton che ha atteso anche fino all'ultimo, solo duemesi fa, per rispettare l'obbligo di consegnare agli archivi diStato periodicamente tutta la corrispondenza cartacea oelettronica quando era alla guida della diplomazia Usa. Il Nyt ha riferito che i consiglieri della Clinton, messaalla stretta, hanno fatto una cernita tra le centinaia dimigliaia di mail inviate e ricevute dalla Clinton mentre era aFoggy Bottom. La montagna ha partorito un 'topolone' di 55.000mail. Quelle di cui oggi ha chiesto la divulgazione. Da ultimoil mail-gate ha richiamato alla memoria dei repubblicani ilcaso dell'assassinio, l'11 settembre del 2012,dell'ambasciatore americano in Libia, Chris Stevens a Bengasi.Caso in cui Clinton, ancora segretario di Stato, venne tiratain ballo. La commissione parlamentare che indaga sull'uccisione diStevens e di altri 3 americani ha emesso un'ingiunzione perottenere dal dipartimento di Stato tutte le mail, non solodella Clinton ma anche del suo staff, sull'episodio. (AGI) .