Trump "temo elezioni truccate"

Clinton recupera un netto vantaggio, +7% sul rivale repubblicano

Trump "temo elezioni truccate"
 Trump - afp

Columbus (Ohio) - Donald Trump ha detto di "temere" che le elezioni di novembre per la Casa Bianca possano essere "truccate", parole che non erano mai state usate da un candidato americano alla presidenza. Il magnate repubblicano si e' spesso lamentato di un sistema "truccato" che ha ostacolato il suo avvento di 'outsider' nel firmamento delle primarie. Ma stavolta e' andato oltre: "Ho paura che le elezioni saranno truccate, devo essere onesto", ha detto a una folla di sostenitori nell'aula comunale a Columbus in Ohio. Il suo intervento era la prima uscita pubblica dopo il botta e risposta con i genitori del militare musulmano americano morto in Iraq, Khizr e Ghazala Kahn, un confronto a distanza che gli ha attirato le critiche persino dei leader repubblicani. A Colomubus, Trump non ha corroborato la sua insinuazione con alcuna prova. Ma a meno di 100 giorni dalle elezioni per la Casa Bianca, ha di fatto messo in dubbio la legittimita' del processo democratico.

Melania Trump nuda e in pose sexy lesbo

Intanto Hillary Clinton ha recuperato un netto vantaggio sul rivale repubblicano, Donald Trump: all'indomani della Convention democratica, l'ex segretario di Stato e' al 46% delle adesioni, contro il 39% di Trump, secondo un sondaggio dell'emittente CBS News, All'indomani della Convention repubblicana, svoltasi una settimana prima di quella dei democratici, Trump era cresciuto di due punti percentuali nei sondaggi e i due candidati erano risultati appaiati, secondo la CBS. Un sondaggio CNN-ORC diffuso qualche ora dopo quello della CBS, sempre lunedi', assegna all'ex first lady un vantaggio ancora piu' netto, 52% contro 43% (lo stesso sondaggio dava Trump in vantaggio 48-45 all'indomani della kermesse repubblicana).

(AGI)