Ue: braccio di ferro sulle nomine Il Pse candida la Mogherini

(AGI) - Bruxelles, 16 lug. - I leader della famiglia socialistahanno deciso di puntare alla nomina di Federica Mogherini comeAlto Rappresentante per la

Ue: braccio di ferro sulle nomine  Il Pse candida la Mogherini

(AGI) - Bruxelles, 16 lug. - I leader della famiglia socialistahanno deciso di puntare alla nomina di Federica Mogherini comeAlto Rappresentante per la politica estera Ue e di HelleThorning Schmidt come Presidente del Consiglio Europeo. "Abbiamo confermato che lafamiglia socialista chiedera' l'alto rappresentante e lapresidenza del Consiglio europeo - ha detto il capogruppo degliS&D, Gianni Pittella, al termine dell'incontro fra i leadersocialdemocratici - questo rientra in un equilibrio politicoche vede attribuire il presidente della Commissione europea equello dell'Eurogruppo alla famiglia popolare". I due gruppi,ha aggiunto Pittella, "si equivalgono circa dal punto di vistadei numeri al parlamento".

Staserasi terra' il vertice sulle nomine e arrivando al summit del Ppea Bruxelles, Angelino Alfano e' stato categorico: "L'Italia e'in grado di guidare la politica estera europea. Ogni veto ostop all'Italia sarebbe inaccettabile. Questa e' la nostraposizione e dovrebbe essere anche quella del Partito popolareeuropeo".

Federica Mogherini, dunque, e' il candidato deileader socialdemocratici per la carica di alto rappresentanteper la Politica estera Ue, e il presidente del Parlamentoeuropeo Martin Schulz, che partecipa alla riunione pre verticedella famiglia socialista, conferma il suo giudizio positivosul ministro degli Esteri italiano, "un ottimo candidato".

Secondo Schulz, le chance di essere nominata nonostantel'opposizione dei paesi baltici e dell'Est europeo sono ancoramolte, mentre per quanto riguarda l'accusa di inesperienza, ilpresidente del Parlamento la respinge: "ha una buona esperienzasui dossier di politica estera", ha detto. I capi di Stato e digoverno dell'Unione europea discuteranno questa sera aBruxelles dell'attribuzione di alcuni fra i piu' importantiincarichi ai vertici delle istituzioni comunitarie e inparticolare quello di Alto rappresentante per la politicaestera e di sicurezza, per il quale l'Italia propone ilministro degli Esteri, Federica Mogherini.

La "riunionespeciale", come l'ha definita nella sua lettera di invito ilpresidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, comincera'alle 18, e sara' preceduta dagli incontri preparatoriorganizzati per i rispettivi leader dalle principali famigliepolitiche di riferimento: Ppe, Pse e Liberali. Gia' in questeoccasioni si delineeranno le posizioni su cui stasera sidibattera'. -

Oltre che del prossimo capo della diplomazia, iVentotto dovranno anche cominciare a discutere del successoredello stesso Van Rompuy, in scadenza a fine novembre, e delfuturo capo dell'Eurogruppo. Vista la gravita' degli scenari inUcraina e Medio Oriente, poi, anche questi argomenti sono statiinseriti fra i temi sul tavolo. Nei giorni scorsi lacandidatura di Mogherini e' stata messa in discussione da partedi quei Paesi, soprattutto i baltici e quelli dell'est,contrari alla politica del dialogo con la Russia di Putinsostenuta dall'Italia.

Il neoeletto presidente dellaCommissione Jean-Claude Juncker, invitato questa sera per unbreve scambio con i leader durante il Consiglio, non si e'ancora espresso ma ieri ha chiesto che i paesi propongano perla prossima Commissione molti nomi femminili ma allo stessotempo ha auspicato una figura di esperienza per il posto dialto rappresentante, che secondo i trattati e' anchevicepresidente della Commissione e partecipa ai lavori delConsiglio europeo. (AGI)