Ucraina, sangue in attesa del vertice

(AGI) - Roma, 10 feb. - Non si placano i combattimenti nell'estdell'Ucraina alla vigilia dell'atteso vertice a quattro a Minsktra Vladimir Putin, Francois Hollande, Angela Merkel e PetroPoroshenko. I ribelli filo-russi avrebbero lanciato una nuovaoffensiva contro Kramatorsk, citta' saldamente nelle manidell'esercito ucraino, uccidendo 7 civili e ferendone altri 58,stando a fonti locali, secondo le quali sono rimasti feritianhe 11 soldati governativi. Poroshenko in persona hadenunciato che i separatisti hanno attaccato con lanci di razziil quartier generale dell'esercito e una vicina arearesidenziale. I ribelli hanno negato di aver sferrato unattacco

(AGI) - Roma, 10 feb. - Non si placano i combattimenti nell'estdell'Ucraina alla vigilia dell'atteso vertice a quattro a Minsktra Vladimir Putin, Francois Hollande, Angela Merkel e PetroPoroshenko. I ribelli filo-russi avrebbero lanciato una nuovaoffensiva contro Kramatorsk, citta' saldamente nelle manidell'esercito ucraino, uccidendo 7 civili e ferendone altri 58,stando a fonti locali, secondo le quali sono rimasti feritianhe 11 soldati governativi. Poroshenko in persona hadenunciato che i separatisti hanno attaccato con lanci di razziil quartier generale dell'esercito e una vicina arearesidenziale. I ribelli hanno negato di aver sferrato unattacco su Kramatorsk. Un clima infuocato nelle ore in cui a Minsk si riunisce ilGruppo di contatto sull'Ucraina (con i rappresentanti di Mosca,Kiev, dei ribelli e dell'Osce) per preparare il vertice didomani nella capitale bielorussa con Putin, Poroshenko e ilcollega francese Hollande e il cancelliere tedesco AngelaMerkel. Hollande ha annunciato che andra' a Minsk con una fortevolonta' di trovare un accordo. La germania ha lanciato unappello alle due parti, chiedendo di prepararsi a scendere acompromessi. Ma fonti russe citate dall'agenzia Ria Novostihanno gia' avvertito che domani non e' in programma la firma diaccordo finale. I colloqui si concentreranno sulladelimitazione della zona cuscinetto demilitarizzata tra leforze di Kiev e quelle separatiste e l'avvio di contattidiretti tra il governo ucraino e le autorita' separatise. Lastessa fonte riferisce che la Russia vuole che sia l'Osce(Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa),che ha gia 400 osservatori nel Paese, a sovrintendere allacreazione della zona demilitarizzata. Dal summit comunque la comunita' internazionale si aspettauna nuova tregua, prima che si aprano scenari tutt'altro chetranquillizzanti: nuove sanzioni a Mosca e fornitura di armidifensive da parte degli Usa a Kiev. Una ipotesi, quest'ultimache non e' tramontata, nonostante il 'no' dell'Ue, dopol'incontro di lunedi' tra Obama e Merkel. Anzi, oggi anche laGran Bretagna ha fatto sapere di essere contraria, ma diriservarsi il diritto di rivedere la sua decisione. Nuove sanzioni e l'invio di armi "destabilizzerannoulteriormente la situazione", ha fatto pero' il Cremlino,mentre per il segretario del Consiglio di sicurezza russo,Nikolai Patrushev, l'inizio della fornitura di armi sara'un'ulteriore conferma che Washington e' direttamente coinvoltanel conflitto in Ucraina. (AGI)