Ucraina: Onu, finora 110. 000 i profughi riparati in Russia

(AGI) - Ginevra, 27 giu. - La maggioranza dei profughi, haspecificato la Fleming, sono scappati dalle regioni orientaliucraine di Donetsk e Lugansk, epicentro degli scontri tragovernativi e separatisti filo-russi. Solo una piccola partedei 110mila riparati in Russia hanno pero' chiesto l'asilo, la"maggior parte cercano altre di forma di permanenza legale,spesso perche' sono preoccupati per le complicazioni derivantidalla richiesta di asilo o perche' potrebbero subire ritorsioniin caso di ritorno in Ucraina", ha aggiunto. Due le citta' russe, Rostov sul Don e Bryansk, dove lamaggioranza delle persone in fuga si e' stabilita, vicino

(AGI) - Ginevra, 27 giu. - La maggioranza dei profughi, haspecificato la Fleming, sono scappati dalle regioni orientaliucraine di Donetsk e Lugansk, epicentro degli scontri tragovernativi e separatisti filo-russi. Solo una piccola partedei 110mila riparati in Russia hanno pero' chiesto l'asilo, la"maggior parte cercano altre di forma di permanenza legale,spesso perche' sono preoccupati per le complicazioni derivantidalla richiesta di asilo o perche' potrebbero subire ritorsioniin caso di ritorno in Ucraina", ha aggiunto. Due le citta' russe, Rostov sul Don e Bryansk, dove lamaggioranza delle persone in fuga si e' stabilita, vicino alconfine con l'Ucraina. A Rostov sul Don, in particolare, quasi13mila persone, tra cui 5mila bambini, sono stati accomodati inedifici pubblici e campi tendati. A Bryansk, invece, dove negliultimi giorni sono arrivati in 6.500, la maggioranza ha trovatoospitalita' da amici e parenti. Pochi gli ucraini che hannocercato rifugio a ovest: finora, ha riferito la Fleming, sono700 ad aver chiesto asilo in Polonia, Bielorussia, Repubblicaceca e Romania. (AGI).