Ucraina: Medvedev, Paese sull'orlo del collasso socio-economico

(AGI) - Mosca, 15 dic. - La minaccia di un totale collassosocio-economico in Ucraina "non e' un'invenzione del Cremlino":l'ex repubblica sovietica dovra' attraversare i suoi "secondianni '90" ed e' possibile che debba affrontare un default. Ascriverlo, sulle pagine del quotidiano Nezavisimaja Gazeta, e'il premier russo Dmitri Medvedev, ricordano che l'economiadell'Ucraina indipendente e' stata costruita con il sostegno diMosca. In un articolo a sua firma intitolato "Russia e Ucraina:vivere secondo nuove regole", il capo di governo affronta laquestione del futuro di quello che la Federazione continua aconsiderare un "popolo fratello". "La

(AGI) - Mosca, 15 dic. - La minaccia di un totale collassosocio-economico in Ucraina "non e' un'invenzione del Cremlino":l'ex repubblica sovietica dovra' attraversare i suoi "secondianni '90" ed e' possibile che debba affrontare un default. Ascriverlo, sulle pagine del quotidiano Nezavisimaja Gazeta, e'il premier russo Dmitri Medvedev, ricordano che l'economiadell'Ucraina indipendente e' stata costruita con il sostegno diMosca. In un articolo a sua firma intitolato "Russia e Ucraina:vivere secondo nuove regole", il capo di governo affronta laquestione del futuro di quello che la Federazione continua aconsiderare un "popolo fratello". "La verita' e' chel'economia dell'Ucraina indipendente e' stata costruita in granparte grazie al supporto della Russia e la somma diinvestimenti, prestiti e forniture di favore ha raggiunto icento miliardi di dollari", si legge nel pezzo, ripreso poidalle agenzie. "L'Ucraina ha risparmiato oltre 82,7 miliardi didollari solo per il basso prezzo del gas" concessole daGazprom, ha sottolineato il premier facendo notare che "nessunadelle altre repubbliche ex sovietiche ha goduto di talesostegno". "Difficilmente l'Ucraina avrebbe potuto ricevereregali di questo tipo per decenni da qualsiasi altro Paese", haaggiunto Medvedev, secondo il quale "l'anno che sta finendopassera' alla storia ucraina come uno dei piu' difficili etragici". A suo dire, "i vicini stanno per affrontare di nuovo glianni '90. Sfortunatamente, il problema del default su piu'ampia scala, l'imminente minaccia del collasso sociale edeconomico in Ucraina, non e' un'invenzione del Cremlino o dialtri strateghi politici". La leadership ucraina, ha poi denunciato Medvedev, continuaa dire a se stessa e alla gente che "tutto andra' bene", grazie"alla scelta europea, all'accordo di associazione con l'Ue eall''indipendenza' dalla Russia". Allo stesso tempo, ricorda ilcapo di governo, "molti dei problemi dell'Ucraina sono iniziatiesattamente quando l'amministrazione di Kiev, chiaramentemotivata dai partner occidentali, ha iniziato a parlare dellanecessita' di ridurre la proverbiale dipendenza dalla Russia".Medvedev ha ricordato che Mosca, "solo negli ultimi tempi, hainvestito circa 33 miliardi di dollari in Ucraina". (AGI)