Tunisia: resort blindati da esercito, fuga di turisti. Moschee chiuse

(AGI) - Port el Kantaoui (Tunisia), 27 giu. - Resort, alberghie luoghi turistici blindati dall'esercito in Tunisia, dopol'attentato a Sousse, nel golfo di

(AGI) - Port el Kantaoui (Tunisia), 27 giu. - Resort, alberghie luoghi turistici blindati dall'esercito in Tunisia, dopol'attentato a Sousse, nel golfo di Hammamet, in cui sono morte38 persone. Il premier, Habib Essid, ha annunciato di averrichiamato i riservisti per garantire la sicurezza, ma migliaiadi turisti stanno comunque lasciando il Paese. Le nuove misure anti-terrorismo entreranno in vigore ilprimo luglio e prevedono lo schieramento di soldati riservistinei "siti sensibili e nei luoghi che possono essere obiettivodi attacchi terroristici", ha annunciato il premier, dopo averordinato la chiusura di 80 moschee per incitamentoall'estremismo islamico. Si tratta di un "piano eccezionale perassicurare una maggiore sicurezza nei luoghi turistici earcheologici", ha aggiunto Essid. Intanto e' scatta la fuga di turisti dal paese. Il touroperator britannico 'Thomson Holidays' ha cancellato tutti iviaggi in programma la prossima settimana in Tunisia, dopol'attentato a Sousse, nel golfo di Hammamet. Tra i 38 morti e i36 feriti dell'attacco terroristico di ieri ci sono molticittadini britannici, in vacanza nei due resort presi di miranell'attacco terroristico rivendicato dall'Isis. Il touroperator, riferisce il Daily Telegraph, ha annunciato di averavviato l'evacuazione dei turisti con dieci aerei e di averofferto altre destinazioni, tra cui le Canarie e Capo Verde,per coloro che avevano prenotato le vacanze nel Paesenordafricano. Secondo quanto riferito dalla Bbc, sono gia' 1.000 ituristi britannici che hanno lasciato Sousse, ma ce ne sonoaltri 5.400 in attesa di farlo. Giro di vite del governo tunisino laico anche contro icentri di predicazione dell'odio religioso. Saranno chiuse 80moschee - al di fuori del controllo dello Stato - perincitamento alla violenza dopo il massacro di ieri. Lo haannunciato il premier Habib Essid. (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it