Tutte le inesattezze che Trump ha detto agli americani sul Muro col Messico

Parla il Presidente, la stampa verifica. I risultati non sono lusinghieri per la Casa Bianca

Tutte le inesattezze che Trump ha detto agli americani sul Muro col Messico

Un discorso alla nazione per perorare la causa di un Muro, "grande e bello", da costruire alla frontiera con il Messico e così far fronte alla "crescente crisi umanitaria e di sicurezza" al confine. E’ in sintesi il messaggio lanciato dal presidente Usa, Donald Trump, dallo Studio ovale della Casa Bianca per giustificare la sua richiesta al Congresso di oltre 5 miliardi di dollari, una richiesta che i democratici non gli accordano e che da ormai 18 giorni paralizza buona parte delle attività di governo, senza alcuna soluzione in vista.

Trump ha accompagnato la sua richiesta con una serie di dati che la stampa americana, dal Washington Post all'Abc, ha puntualmente sottoposto a fact-checking. Ecco le sue affermazioni, e cosa è stato appurato.

Da dove arriveranno i fondi?

"Il Muro sarà pagato dal nuovo grande accordo commerciale con il Messico".

Stati Uniti, Messico e Canada hanno raggiunto un accordo sull'USMCA, una rinegoziazione dell'Accordo di libero scambio nordamericano. Ma il Congresso deve ancora approvare l'intesa commerciale e non è chiaro quali fondi potrebbero pagare il Muro.

Una crisi umanitaria, una di sicurezza

"C’è una crescente crisi umanitaria e di sicurezza al confine meridionale: ogni giorno, gli agenti trovano migliaia di clandestini che cercano di entrare nel nostro Paese ".

Se si parla di flusso di migranti, non c'è alcuna "crisi di sicurezza" visto che c'è stato un costante calo degli arresti alla frontiera negli ultimi vent'anni: nel 2001 c'erano stati 1.643.679 arresti, rispetto ai 396.579 nel 2018, un calo di oltre il 75%. È vero però che c'è una "crisi umanitaria" al confine: il numero di minori migranti non accompagnati e fermati sfiora le 15.000 unità; e le strutture sono al collasso.

Il libero passaggio della droga

"Il confine meridionale è un oleodotto per vaste quantità di droghe illegali tra cui metanfetamina, eroina, cocaina e fentanil: ogni settimana 300 cittadini vengono uccisi solo dall'eroina, il 90% della quale passa attraversa dal nostro confine meridionale".

Praticamente tutta l'eroina introdotta clandestinamente negli Stati Uniti dal Messico passa attraverso punti di accesso legali. Il Muro non risolverà il problema. Il rapido aumento del numero di decessi per droga negli ultimi anni è in gran parte attribuibile al fentanil, che non proviene solo dal sud ma anche dalla Cina.

Tutte le inesattezze che Trump ha detto agli americani sul Muro col Messico
"Rape Trump" (Stupra Trump): è il messaggio del collettivo anarchico americano Indecline. L’opera compare alla fine del 2015 su un muro di Tijuana, al confine col Messico.

I Democratici volevano il Muro

"Il senatore Chuck Schumer (leader della minoranza al Senato, ndr.) ha sostenuto ripetutamente la necessità di una barriera fisica, insieme ad altri democratici, e ha cambiato idea solo dopo che sono stato eletto presidente".

Schumer, Hillary Clinton e altri democratici (non Nancy Pelosi, attuale speaker della Camera) votarono il Secure Fence Act del 2006, che ha permesso la costruzione di una recinzione lungo un tratto di confine. Ma Trump ha liquidato nel passato quella recinzione come "un Muro di nulla".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.