Tragedia al lago in Carelia, annegano 13 bambini

Due imbarcazioni si sono ribaltate a causa del matempo. La gita organizzata dallo stato per un gruppo di orfani

Tragedia al lago in Carelia, annegano 13 bambini

Mosca - Tragedia nel lago Syamozero della Carelia, in Russia, vicino alla frontiera con la Finlandia: 13 bambini e un adulto sono annegati in seguito al ribaltamento di due imbarcazioni a causa del maltempo.

A bordo vi erano 24 bambini di un campo scuola e due adulti che li accompagnavano. Dei13 bambini tratti in salvo, cinque sono stati ricoverati in ospedale. Sembra che non tutti a bordo avessero un giubbotto salvagente. 

E' stata aperta un'inchiesta penale per l'inadeguatezza dei soccorsi e delle misure di sicurezza e uno dei responsabili del campo scuola è stato fermato. 

Il gruppo, ha riferito il ministero delle Emergenze, si era imbarcato senza che gli accompagnatori avvertissero prima i mezzi di soccorso della intenzione di navigare nel lago in una giornata per la quale erano state previste cattive condizioni meteorologiche ed erano stati diramati addirittura alcuni sms di avviso alla popolazione.

E' emerso che il campo estivo da cui provenivano era stato organizzato dai servizi di protezione sociale di Mosca. "Il loro soggiorno al Park Hotel Syamozero -ha precisato Rosturizm (agenzia federale del Turismo)- e' stato organizzato tramite un appalto, e l'organizzatre non è un tour operator ma una organizzazione statale". Al contrario, ha spiegato Rosturizm, tutti i tour operator privati avevano fatto attenzione agli avvisi di allerta maltempo e proibito ai loro clienti di effettuare navigazioni. 
Le indagini sono adesso in corso per accertare come e quando e' stato messo a punto il soggiorno e con quali criteri e' stato scelto Park Hotel Syamozero. "Indagheremo -ha spiegato Vladimir Markin, portavoce della Commissione investigativa russo- su come è stato selezionato il personale assunto dalla compagnia e il livello di preparazione di insegnanti e istruttori"

 Il lago di acqua dolce di Syamozero si trova nel nord della Carelia, regione nord-occidentale della Russia vicino al confine con la Finlandia. Occupa un'area di 270 chilometri quadrati e la sua massima profondità è di 24 metri. E' usato per la pesca, per il trasporto sull'acqua. Accoglie le acque del fiume Shuya che confluiscono nel lago Onega. (AGI)