Il tifone Mangkhut ha fatto 25 morti nelle Filippine, ora punta il sud della Cina

Almeno 105.000 persone hanno lasciato le loro case. Tra le città più colpite c'è Baggao, nel nord dell'isola

Il tifone Mangkhut ha fatto 25 morti nelle Filippine, ora punta il sud della Cina
 (Afp)
Tifone Mangkhut

Sono almeno 25 i morti nelle Filippine per il tifone Mangkhut, la più potente tempesta dell'anno, che ora si sta spostando rapidamente verso la Cina meridionale, dove l'allarme è molto alto per Hong Kong.

Il tifone ha sferzato un'area rurale dell'isola di Luzon, sradicando alberi e producendo inondazioni e smottamenti che sono state la causa della maggior parte delle vittime. 

Molte strade sono state sommerse e intere coltivazioni di riso e mais sono andate distrutte nell'alluvione, a un mese dal raccolto. Almeno 105.000 persone hanno lasciato le loro case. Tra le città più colpite c'è Baggao, nel nord dell'isola. 

La conta dei danni e delle vittime nell'arcipelago è ancora in corso. Si stima che lungo il tragitto del tifone vivono cinque milioni di persone. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it