Terrorismo: oggi piano anti-Isis di Obama, raid anche in Siria

(AGI) - Washington, 10 set. - Barack Obama si appresta adannunciare la strategia contro lo Stato islamico (Isis) cheprevede anche raid aerei contro gli le postazioni deglijihadisti in Siria. Secondo le anticipazioni pubblicate da NewYork Times e Washington Post, nel discorso alla nazione chepronuncera' alle 21 (le 3 del mattino in Italia), il comandantein capo delle truppe americane comunichera' l'ampliamento delleoperazioni al territorio siriano, dopo aver gia' dato nei mesiscorsi il via libera ai caccia Usa contro obiettivi in Iraq. Il presidente statunitense, ha assicurato Michele Flournoy,ex sottosegretario alla Difesa tra

(AGI) - Washington, 10 set. - Barack Obama si appresta adannunciare la strategia contro lo Stato islamico (Isis) cheprevede anche raid aerei contro gli le postazioni deglijihadisti in Siria. Secondo le anticipazioni pubblicate da NewYork Times e Washington Post, nel discorso alla nazione chepronuncera' alle 21 (le 3 del mattino in Italia), il comandantein capo delle truppe americane comunichera' l'ampliamento delleoperazioni al territorio siriano, dopo aver gia' dato nei mesiscorsi il via libera ai caccia Usa contro obiettivi in Iraq. Il presidente statunitense, ha assicurato Michele Flournoy,ex sottosegretario alla Difesa tra i partecipanti a una cenacon Obama lunedi' scorso, e' determinato a combattere l'Isis"dovunque si trovino i loro obiettivi strategici". "Non e'un'organizzazione che rispetta i confini internazionali, nonpossiamo lasciare loro un rifugio sicuro", ha spiegatol'esperto, che ha lasciato l'amministrazione Obama nel 2012.Sul Times, fonti che hanno avuto accesso alla strategia, hannoparlato di "una campagna di lungo periodo molto piu' complessadegli attacchi mirati usati dagli Usa contro al-Qaeda in Yemen,Pakistan e in altri luoghi". Obama sembra aver fugato leincertezze e, in un incontro con i vertici del Congresso, hacomunicato che dispone gia' dell'autorita' per portare avantila strategia ideata. (AGI)Red/Sar.