Stasera vertice su nomine Ue, ancora dubbi su Mogherini

(AGI) - Bruxelles, 16 lug. - I capi di Stato e di governodell'Unione europea discuteranno questa sera a Bruxellesdell'attribuzione di alcuni fra i piu' importanti incarichi aivertici delle istituzioni comunitarie e in particolare quellodi Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza,per il quale l'Italia propone il ministro degli Esteri,Federica Mogherini. La "riunione speciale", come l'ha definitanella sua lettera di invito il presidente del Consiglio europeoHerman Van Rompuy, comincera' alle 18, e sara' preceduta dagliincontri preparatori organizzati per i rispettivi leader dalleprincipali famiglie politiche di riferimento: Ppe, Pse e

Stasera vertice su nomine Ue, ancora dubbi su Mogherini

(AGI) - Bruxelles, 16 lug. - I capi di Stato e di governodell'Unione europea discuteranno questa sera a Bruxellesdell'attribuzione di alcuni fra i piu' importanti incarichi aivertici delle istituzioni comunitarie e in particolare quellodi Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza,per il quale l'Italia propone il ministro degli Esteri,Federica Mogherini.

La nomina di Mogherini e' confermata dal premier Renzi

La "riunione speciale", come l'ha definitanella sua lettera di invito il presidente del Consiglio europeoHerman Van Rompuy, comincera' alle 18, e sara' preceduta dagliincontri preparatori organizzati per i rispettivi leader dalleprincipali famiglie politiche di riferimento: Ppe, Pse eLiberali.

Nelli Feroci commissario all'industria

Gia' in queste occasioni si delineeranno le posizioni su cui stasera si dibattera'. Oltre che del prossimo capo della diplomazia, i Ventottodovranno anche cominciare a discutere del successore dellostesso Van Rompuy, in scadenza a fine novembre, e del futurocapo dell'Eurogruppo. Vista la gravita' degli scenari inUcraina e Medio Oriente, poi, anche questi argomenti sono statiinseriti fra i temi sul tavolo.

Nei giorni scorsi lacandidatura di Mogherini e' stata messa in discussione da partedi quei Paesi, soprattutto i baltici e quelli dell'est,contrari alla politica del dialogo con la Russia di Putin sostenuta dall'Italia. Il neoeletto presidente dellaCommissione Jean-Claude Juncker, invitato questa sera per unbreve scambio con i leader durante il Consiglio, non si e'ancora espresso, ma ieri ha chiesto che i paesi propongano perla prossima Commissione molti nomi femminili ma allo stessotempo ha auspicato una figura di esperienza per il posto dialto rappresentante, che secondo i trattati e' anchevicepresidente della Commissione e partecipa ai lavori delConsiglio europeo.