Srebrenica: Olanda "coopero'" con genocidio di 300 persone

(AGI) - L'Aja - Lo Stato olandese e' responsabile perla morte di 300 persone a Srebrenica ma non per la cadutadell'enclave   [...]

Srebrenica: Olanda "coopero'" con genocidio di 300 persone
(AGI) - L'Aja, 16 lug. - Lo Stato olandese e' responsabile perla morte di 300 persone a Srebrenica ma non per la cadutadell'enclave nelle mani di Rtako Mladic. Lo ha deliberato untribunale olandese. "Lo Stato olandese - ha affermato ilgiudice Larissa Elwin - e' responsabile per le perdite degliuomini deportati dai serbi bosniaci dal compound olandese diPotocari nel pomeriggio del 13 luglio 1995". I parenti dellevittime avevano intentato una causa contro i peacekepersolandesi accusandoli di non avere protetto oltre 8mila uomini eragazzi musulmani, deportati, torturati e uccisi durante ilconflitto in Bosnia. Il Tribunale olandese ha sentenziato che"cooperando per la deportazione il battaglione olandese agi'illegalmente". La sentenza e' stata accolta con un misto di emozione erabbia da Munira Subasic, rappresentante delle Madri diSrebrenica: "Oggi e' stata fatta giustizia per un gruppo dipersone", ha detto riferendosi a quei musulmani che furonoscambiati dagli olandesi in cambio di 14 commilitoni. Poi, trale lacrime: "Ma come si fa a spiegare a una madre che gliOlandesi sono responsabili per la morte di un figlio che sitrovava nel compound e non per quelli che si trovavano fuori?Nel compound potevano starci tutti". L'11 luglio del 1995 le forze serbo-bosniache, guidate daRatko Mladic, annientarono la piccola enclave musulmana cheaveva cercato protezione presso i peacekeepers Onu aPotocari.Mladic e' tuttora sotto processo per genocidio ecrimini di guerra. In quei giorni vennero uccisi circa 8milamusulmani. "Il battaglione tedesco -ha proseguito il giudice-avrebbe dovuto rendersi conto della possibilita' che quegliuomini potessero diventare vittime di un genocidio. Se fosserorimasti nel compound, sarebbero ancora vivi". La sentenza, peril resto, assolve il battaglione olandese del tempo riguardoalla cattura di Srebrenica da parte di Mladic. Di essa "nonpuo' essere ritenuto responsabile lo Stato, cosi' come il fattoche non venne ripreso il controllo dell'enclave". Quest'ultimoframmento della sentenza e' stato sottolineato dal ministerodella Difesa olandese, che si e' detto "rammaricato per quantoaccadde allora alla popolazione locale". Il governo non haancora deciso se presentare appello o meno. Gia' ad aprile un tribunale olandese aveva condannato loStato a risarcire con 20.000 euro i parenti di tre bosniaciuccisi una volta cacciati dal compound in quel tragico lugliodi 19 anni fa. I parenti non hanno ancora deciso se accettare omeno il risarcimento. Da anni le Madri di Srebrenica, cherappresentano 6.000 tra vedove e parenti delle vittime, cercanogiustizia per quel massacro. (AGI) .