Attacco alla polizia con Kalashnikov a Parigi. Isis rivendica

L'assalitore è stato colpito a morte dopo aver ucciso un agente e aver ferito altri due. Caccia ai possibili complici. Cosa sappiamo del killer

Attacco alla polizia con Kalashnikov a Parigi . Isis rivendica

Parigi ripiomba nel'incubo del terrorismo dopo che giovedì sera, a tre giorni dalle elezioni presidenziali, un uomo armato di kalashnikov ha aperto il fuoco contro la polizia sugli Champs Elysees. L'attacco, in cui sono rimasti uccisi un agente e l'attentatore mentre deu persone sono rimaste ferite, è stato rivendicato dall'Isis. E all'indomani della sparatoria è caccia all'uomo in Francia: secondo quanto riferito dal minstero dell'Interno la polizia sta cercando un complice dell'attentatore, arrivato dal Belgio che ha inviato un avviso di ricerca. Sparatoria nel cuore di Parigi sugli Champs Elysees. i media locali hanno precisato che un agente di polizia è morto ed un altro è stato ferito (in seguito si verrà a sapere che i feriti sono due) e il killer è stato ucciso. 

Isis rivendica l'attentato di Parigi

L'agenzia Amag, usata dal sedicente Stato Islamico, ha rivendicato l'attentato che ha visto un uomo uccidere un agente di polizia sugli Champs Elysees a Parigi e ferirne altri due prima di essere eliminato dai colleghi. 

L'attentato è il quarto in Francia ad opera dell'Isis:

  • 13 novembre 2015: strage a Parigi a opera di un commando di Isis, che uccise 130 persone  colpendo in modo coordinato diversi punti della città, dallo Stade de France al locale Bataclan.
  • 14 luglio 2016: a Nizza un uomo a bordo di un camion investì e uccise 86 persone sulla Promenade des Anglais.
  • 26 luglio 2016: viene sgozzato in una chiesa padre Jacques Hamel, 86 anni, mentre stava dicendo messa da due jihadisti.

Cosa sappiamo del terrorista ucciso nella sparatoria

photogallery
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06
  • Terrore a Parigi: attacco con Kalashnikov 

    20 aprile 2017, 21:06

Cosa sappiamo della sparatoria di Parigi

  • I colpi sono stati sparati intorno alle 21
  • Come scrive l'Independent un uomo è uscito da una macchina e ha sparato con Kalashnikov.
  • Anche la rete Bfmtv sostiene che testimoni riferiscono di due aggressori.
  • Il luogo della sparatoria è di fronte al numero 104 degli Champs Elysees
  • L'attacco sarebbe avvenuta davanti alla sede del grande magazzino 'Marks & Spencer'
  • Le stazioni della metro George V, Franklin Roosevelt e Champs Elysees-Clemencedau sono state chiuse per ragioni di sicurezza.
  • Secondo fonti della rete Bfmtv "nessuna pista" è al momento esclusa.
  • Il portavoce del ministero dell'Interno conferma la morte di un poliziotto e il ferimento di altri due
  •  L'agenzia Amag, usata dal sedicente Stato Islamico, ha rivendicato l'attentato 
  • L'attacco si è verificato mentre era in corso l'ultimo confronto tra gli 11 candidati all'Eliseo e tutti hanno condannato l'attacco ed espresso solidarietà alla polizia.

Candidati alla presidenza annullano impegni elettorali

In Francia tra 3 giorni si svolge il primo turno delle elezioni presidenziali. Mari Le Pen del Front National e il gollista Francois Fillon hanno cancellato ogni ulteriore impegno elettorale nella giornata di venerdì.

Portavoce del ministero del'Interno: un poliziotto morto, due feriti

Il portavoce del ministero dell'interno Pierre-Henry Brandet, ha smentito la notizia della morte del secondo poliziotto nell'attacco sugli Champs Elysees fornita dai sindacati. Sarebbero invece due, e non uno solo, gli agenti gravemente feriti oltre a quello ucciso sul colpo dal killer mentre si dava alla fuga prima di essere a sua volta eliminato dai colleghi dei poliziotti colpiti. 


Ultimo aggiornamento venerdì 21 aprile, ore 0.04