Spagna: Catalogna va al voto, grandi favoriti gli indipendentisti

(AGI) - Barcellona (Spagna) - Si apriranno alle 9 e sichiuderanno alle 20 i seggi in Catalogna per le elezionipolitiche locali che  

(AGI) - Barcellona, 27 set. - Si apriranno alle 9 e sichiuderanno alle 20 i seggi in Catalogna per le elezionipolitiche locali che per gli indipendentisti avranno comesbocco finale l'auspicata - ma al momento legalmenteimpossibile - indipendenza da Madrid. I sondaggi danno infattiper vittoriosi i partiti separatisti che hanno presentato leelezioni come il trampolino verso un futuro svincolato daMadrid. "Le piu' importanti elezioni del periodo democratico"dalla morte di Francisco Franco, le ha definite El Mundo mentreper il catalano La Vanguardia quello di oggi e' un appuntamento"speciale", che probabilmente vedra' il tasso di affluenza alvoto piu' alto nella storia elettorale della regione. Sebbene il premier spagnolo, il popolare Mariano Rajoy, sisia molto speso per impedire l vittoria dei separatista e siariuscito a fermare il referendum, i catalani sembrano orientatia dar fiducia al presidente della regione Artur Mas e al suoprogramma, che nel 2017 prevede la nascita della Catalognaindipendente anche se la Corte Costituzionale iberica si e'gia' espressa contro. Nell'eventualita' che il voto popolare travolga lalegalita', e la Catalogna si autoproclami indipendente laSpagna perderebbe il 16% della propria popolazione (7,5 milionidi abitanti), un quarto delle esportazioni, un quintodell'intera produzione economica iberica e centinaia dimigliaia di coste strategiche sul Mediterraneo. Ma allo stesso tempo la Catalogna sarebbe automaticamentefuori dall'Ue, alla quale dovrebbe fare domanda diassociazione, come sarebbe toccato alla Scozia lo scorso 18settembre, in caso di vittoria del referendum sulla rottura conLondra. La parola d'ordine dell'indipendenza sembra, inoltre, averunificato buona parte delle fazioni politiche catalane, finoalla formazione di una lista "Insieme per il Si'" che vedeinsieme il conservatore Mas e la sinistra di EsquerraRepubblicana, in grado, secondo gli ultimi sondaggi, diconquistare la maggioranza in parlamento. (AGI)Fab/Gis