Slovenia: video hard on-line con insegnante, preside si suicida

(AGI) - Lubiana, 4 dic. - Bufera sulla stampa slovena, dopo ilsuicidio del preside di una scuola, messo alla berlina inseguito alla diffusione di un video in cui l'uomo fa sesso conun'insegnante. Il filmato, girato di nascosto da alcunistudenti e pubblicato su Internet, e' diventato in pochi giornivirale e i media locali da quel momento hanno dato ampio spazioalla storia, con dibattiti in tv e on-line sulla moralita'degli insegnanti e il diritto alla privacy. L'uomo, padre didue ragazzi, sentitosi umiliato pubblicamente, ha deciso ditogliersi la vita. La polizia ha avviato un'indagine

(AGI) - Lubiana, 4 dic. - Bufera sulla stampa slovena, dopo ilsuicidio del preside di una scuola, messo alla berlina inseguito alla diffusione di un video in cui l'uomo fa sesso conun'insegnante. Il filmato, girato di nascosto da alcunistudenti e pubblicato su Internet, e' diventato in pochi giornivirale e i media locali da quel momento hanno dato ampio spazioalla storia, con dibattiti in tv e on-line sulla moralita'degli insegnanti e il diritto alla privacy. L'uomo, padre didue ragazzi, sentitosi umiliato pubblicamente, ha deciso ditogliersi la vita. La polizia ha avviato un'indagine perscoprire chi abbia girato e diffuso il video su Internet. Peril caso "non c'era alcun interesse pubblico", ha sottolineatoun portavoce. "I protagonisti di questo caso non eranopersonaggi pubblici e quindi l'intrusione nelle loro vite,prima da parte degli studenti e poi da parte della stampascandalistica non e' giustificabile", ha commentato il filosofoFriderik Klampfer sul quotidiano Maribor. Dopo questo caso, inSlovenia si discute della possiblita' di imporre regole suimedia on-line, per assicurare la tutela della privacy. (AGI) .