Siria: raid russi, non solo Isis nel mirino; Trump 'alleato' Putin

(AGI) - Roma, 1 ott. - I raid aerei russi contro l'Isispotrebbero estendersi anche all'Iraq, mentre nella secondagiornata di bombardamenti aerei russi in Siria, Mosca halasciato intendere che nel mirino non ci sono solo lepostazioni dello Stato islamico, ma anche di altri gruppi delfronte anti-Assad. Il presidente della commissione Difesa delSenato Isa, il repubblicano John McCain, ha gia' denunciato chei bombardamenti russi in Siria hanno colpito i ribelliaddestrati dalla Cia. Forte del sostegno della Russia, ilpresidente siriano sta preparando una vasta offensiva di terracontro i ribelli nel nord del Paese,

(AGI) - Roma, 1 ott. - I raid aerei russi contro l'Isispotrebbero estendersi anche all'Iraq, mentre nella secondagiornata di bombardamenti aerei russi in Siria, Mosca halasciato intendere che nel mirino non ci sono solo lepostazioni dello Stato islamico, ma anche di altri gruppi delfronte anti-Assad. Il presidente della commissione Difesa delSenato Isa, il repubblicano John McCain, ha gia' denunciato chei bombardamenti russi in Siria hanno colpito i ribelliaddestrati dalla Cia. Forte del sostegno della Russia, ilpresidente siriano sta preparando una vasta offensiva di terracontro i ribelli nel nord del Paese, a cui parteciperannocentinaia di soldati iraniani, miliziani libanesi sciitiHezbollah e iracheni. Secondo fonti libanesi, centinaia disoldati iraniani sono gia' arrivati in Siria da 10 giorni perpartecipare all'operazione. Fonti del ministero degli Esterirusso hanno fatto sapere che Mosca e' disposta a valutare ancheun'eventuale richiesta dell'Iraq per raid aerei contro lepostazioni dell'Isis in quel Paese. E in una intervista aFrance 24, il premier iracheno haider al-Abadi, dopo averespresso la sua "delusione" per il sostegno finora offertodalla coalizione internazionale a guida Usa in piu' di un annodi bombardamenti, ha detto che eventuali raid aerei russicontro i jihadisti sarebbero "benvenuti", pur precisando di nonaverne ancora discusso con Putin. D'altra parte, Mosca haprecisato che non fara' mai parte della coalizione guidata daWashington. La Russia non ha in programma di allargare all'Iraqla sua campagna militare in Siria conro lo Stato Islamico. Loha affermato il ministro degli Esteri Serghei Lavrov. "Nonsiamo stati invitati, non lo abbiamo chiesto. E noi, comesapete, siamo persone oneste: non veniamo se non siamoinvitati", ha dichiarato il capo della diplomazia russa. Ilpresidente russo intanto ha un nuovo alleato negli Usa, ilcandidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump, che ha haaccolto con favore i raid in Siria, "se vogliono colpirel'Isis". Mosca ha fatto sapere di aver effettuato ottobombardamenti nella notte, colpendo quattro obiettivi e le areedegli attacchi non sono quelle in mano ai jihadisti delcaliffato. Il portavoce del Cremlino, Dimitry Peskov, haspiegato che nel mirino ci sono "ben note organizzazioni",anche se non ne ha fatto i nomi. Gli obiettivi -ha aggiunto-vengono scelti in coordinamento con le forze armate siriane".Secondo una tv libanese vicina a Damasco, la al-Mayadeen, tragli obiettivi c'e' l'Esercito della Conquista, una coalizionesunnita islamista ostile all'Isis, ma che combatte soprattuttoAssad. Nuovi raid russi in Siria anche oggi. Jet di Mosca hannocolpito cinque obiettivi dello Stato islamico. Lo ha riferitoil ministero della Difesa russo. "Sukhoi Su-24M e Sukhoi Su-25Mhanno condotto otto raid per colpire cinque obiettividell'Isis", ha annunciato il portavoce del ministero dellaDifesa russo, Igor Konashenkov. .